Internet Business News presenta
  Sophia Zoom  
Promosso dalla provincia di Venezia

Sophia Zoom è il servizio di redazione dei numeri speciali monografici di Sophia. Il nome rispecchia il significato di “messa a fuoco” di uno specifico argomento. La raccolta presentata non ha, ovviamente, pretese di esaustività, ma vuole essere una guida aggiornata e ragionata, un punto di partenza sia per i navigatori alle prime armi che per quelli più esperti.
RISORSE INTERNET PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE
 
In questo speciale di Sophia abbiamo raccolto le numerose risorse presenti sulla Rete che si occupano delle diverse discipline umanistiche, con particolare attenzione alla Letteratura, alla Storia e alla Filosofia. Il materiale analizzato è frutto sia di progetti di tipo accademico e specialistico sia dell'attività di alcune scuole particolarmente versate nell'utilizzo delle nuove tecnologie in ambito educativo e didattico. Un repertorio di questo genere si propone come un valido strumento sia per chi utilizza la rete ai fini della preparazione personale, sia come serbatoio di idee per l'attività docente.

 

1 PORTALI GENERICI
In questa sezione abbiamo raccolto i siti che pur trattando specificatamente di una materia hanno proposto di questa un approccio complessivo, secondo una visione generalista della disciplina. Sono strumenti per l'uso quotidiano, archivi, repertori di link e materiali scaricabili.
1.1 LETTERATURA
1.2 STORIA
1.3
FILOSOFIA

 

2 PERCORSI TEMATICI
In questa sezione abbiamo raccolto alcuni itinerari monografici legati all'area umanistica. In certi casi, come per gli ipertesti, si tratta di esperimenti pioneristici di integrazione tra didattica e nuove tecnologie, utili esempi per chi voglia avviare un approccio a queste discipline seguendo un'impostazione non cronologica ma tematica.
2.1 MONOGRAFIE D'AUTORE
2.2 CAMMINI NELLA STORIA
2.3 IPERTESTI

Contatta la redazione Visita il sito di Sophia
Diffusione al  Sophia Zoom :

1 PORTALI GENERICI
1.1 Letteratura
1.2 Storia
1.3
Filosofia
1.1 Letteratura
1.1.1
ARIEL: un database di letteratura italiana
Webscuola, in collaborazione con Laterza, ha realizzato un nuovo, prezioso supporto per lo studio: ARIEL, acronimo di "Archivio Interattivo per l'Educazione Letteraria". ARIEL permette infatti di individuare e leggere online tutte le opere italiane dal '200 al '900. Obiettivo di ARIEL è consentire ai professori una maggiore flessibilità nella realizzazione dei programmi di studio, e garantire ai ragazzi la possibilità di studiare la letteratura senza doverne sopportare il "peso fisico" dovuto ai libri di testo. ARIEL consentirà agli utenti di trovare tutto il materiale che desiderano grazie ad un efficiente motore di ricerca che agisce sul database utilizzando diversi descrittori. Ogni testo archiviato è corredato da un apparato didattico, elaborato al fine di favorirne l'utilizzo in campo educativo.

Web: ARIEL <http://ariel.webscuola.tin.it/ariel/>
Info:  redazione.scol@laterza.it 

1.1.2 Milioni di parole raccolte in un database
Wordtheque è il nuovo servizio online offerto dal gruppo Logos a completa disposizione degli utenti Internet. Questo progetto permette di "sfogliare" e, in molti casi, scaricare in modo assolutamente gratuito numerosissimi testi di ogni soggetto: dalla letteratura classica alla zoologia, passando per l'agricoltura, l'architettura e la medicina. Il metodo di ricerca è semplice e intuitivo, i descrittori possibili sono diversi, l'utente può scegliere di interrogare il database di Wordtheque a partire da una parola chiave, da un autore, da un soggetto, da un titolo o da un editore. Attualmente l'archivio conta più di 500 milioni di parole, contenute in testi scritti in tutte le lingue del mondo.

Web: Wordtheque <http://www.wordtheque.com/>
Info: webmaster@logos.it

1.1.3 Le materie umanistiche rivisitate in un sito
Alberto Pian è un brillante professore di Lettere che ha allestito questo sito ad uso e consumo di studenti e colleghi. Il materiale disponibile online è suddiviso in quattro sezioni fondamentali: Letteratura, Storia, Didattica e Drin, quest'ultima la parte dadaista del sito nonchè di supporto per le tesi di maturità. I campi di interesse sono vasti: si va da un abbondante serie di schede di letteratura in formato pdf a filmati in Quick time di Storia, Teatro e analisi di testi pubblicitari. Non mancano i contributi degli allievi e una vasta sezione dedicata alla didattica, ispirata ad un'idea di insegnamento espressione di un sincero impegno umano e morale.

Web: Teledidattica <http://members.xoom.it/AlbertoPian/>
Info: Alberto Pian <albertopian@libero.it>

1.1.4 Antologia di classici sul sito dell'ITIS Fauser di Novara
Sul sito web dell'ITIS Fauser di Novara è disponibile una ricca antologia dei classici della letteratura italiana che pur non avendo pretese di completezza risulta un'utile risorsa da affiancare ai testi cartacei. Essa si collega al progetto LiberLiber realizzando versioni ipertestuali (ossia html) dal testo piano curato prodotto all'interno del Progetto Manuzio. Il materiale a disposizione sul sito presenta risorse sui principali autori della nostra letteraria, unitamente ad appunti di storia letteraria e ad un prezioso glossario per facilitare la lettura dei classici in italiano volgare.

Web: http://www.fausernet.novara.it/fauser/biblio/index.htm
Info: prof. Giuseppe Bonghi <Giuseppe.Bonghi@mail.fausernet.novara.it>

Portali generici
1.2 Storia
1.2.1
La ricerca storica diventa più facile con Reti Medievali
"Reti Medievali" è un sito nato con l'obiettivo di mettere online le molteplici risorse disponibili per lo studio della storia medievale, ovviando così al problema della frammentarietà delle fonti. Si è sentita l'esigenza di integrare il complesso campo d'indagine degli studi medievistici con le risorse didattiche e organizzative presenti oggi nella Rete. Gli strumenti a disposizione, corrispondenti alle varie sezioni del sito, sono numerosi: una rivista telematica, una biblioteca digitale, un repertorio delle fonti Web, un calendario delle eventi insieme a informazioni di carattere didattico. "Reti Medievali" si propone di essere un valido punto di riferimento nella ricerca storica per medievalisti italiani e stranieri sfruttando le possibilità dei nuovi linguaggi ipermediali.

Web: Reti Medievali <http://www.retimedievali.it>
Info: Redazione Reti Medievali <retimed@cds.unina.it>

1.2.2 Laboratorio virtuale per la storia del '900
Il sito WebLab900, per lo studio multimediale della storia contemporanea, è il risultato dei corsi per la formazione di tutor per la scuola promosso dal Provveditorato agli Studi di Milano. Il sito raccoglie materiali, strumenti e risorse per l'analisi e l'insegnamento della storia, e si propone come un vero e proprio laboratorio virtuale, in cui è possibile svolgere attività di ricerca e di scambio. Inoltre è attivo il forum Laboratorio 900 dedicato al confronto tra docenti su temi didattico-metodologici. La sezione "Tutta un'altra storia" offre indicazioni di tipo metodologico e didattico agli insegnanti delle scuole elementari, medie e superiori. Inoltre sono disponibili online corsi di aggiornamento, lezioni di storia e un motore di ricerca che rimanda a numerosi articoli di storia contemporanea.

Web: WebLab900 <http://www.falco.mi.it/weblab900>
Info: Giulio Picciolini <tutor@falco.mi.it>

1.2.3 Iperstoria, un sito per la didattica della storia
L'ITC "L. Calabrese" di S.Pietro In Cariano (Vr) in collaborazione con l'"Istituto Veronese di Storia della Resistenza" ha realizzato un sito web interamente dedicato alla didattica della storia, rivolto agli insegnanti di storia di scuole di ogni ordine e grado. Diviso in varie sezioni, "Iperstoria" dedica particolare attenzione alla didattica multimediale. Da segnalare l'ampia rassegna commentata di risorse Internet e la raccolta argomenti di circolari e normative relative a questa disciplina. Il sito offre un notevole livello di interattivita' grazie alla sezione "Forum", che raccoglie opinioni e suggerimenti relativi al materiale presente sul sito. Interessante anchel'agenda degli appuntamenti, che segnala convegni di aggiornamento, mostre e iniziative culturali.

Web: http://www.frida.it/iperstoria/index.htm
Info: Alberto Battaggia <madi@sis.it>

Portali generici
1.3 Filosofia
1.3.1
Fare "Filosofia" nell'era Internet
Se Socrate vivesse ai nostri giorni, probabilmente consegnerebbe ad Internet le sue strane domande, e forse tra i suoi bookmark troveremmo Filosofia.it, un nuovo sito web per lo studio delle scienze filosofiche. Per il momento le sezioni attive sono quattro: Argomenti, ogni mese un approfondimento tematico; Testi, un articolo di presentazione e commento di testi classici; Questioni, spunti su cui riflettere; Bibliografia, una selezione di testi per approfondire gli argomenti proposti. Numerose altre sezioni, tra cui una biblioteca-online e una guida alla ricerca contemporanea saranno attive tra breve. L'aspetto più innovativo che Filosofia.it introduce nello studio di questa antica e affascinante disciplina è senza dubbio l'interattività, tra gli utenti e con gli utenti, grazie a discussioni e dibattiti online su questioni filosofiche.

Web: Filosofia.it <http://www.filosofia.it>
Info: filosofia@tiscalinet.it

1.3.2 Gli studi di filosofia italiana in Rete
SWIF è la sigla che individua il Sito Web Italiano per la Filosofia, una collezione molto nutrita di strumenti e risorse per le scienze filosofiche. Tra le varie sezioni del sito particolarmente interessante per gli insegnanti è la parte dedicata alla didattica della filosofia ove è possibile trovare una grande raccolta ragionata di link sul tema filosofia-scuola-Internet. Obiettivo di questo progetto è "offrire al pubblico italiano una ricca banca dati online e strumenti NIR (networked information retrieval) efficienti ed agevoli al servizio delle discipline filosofiche". Dal sito è possibile iscriversi alla newsletter che informa sulle novità del settore e partecipare alla lista di discussione.

Web: http://lgxserver.uniba.it/lei/
Info: Enzo Ruffaldi <md2922@mclink.it>

1.3.3 Una biblioteca online di testi filosofici
Rescogitans si propone come la prima libreria e biblioteca di testi elettronici filosofici. Obiettivo del sito, in parte bilingue, è la distribuzione di libri, articoli, recensioni che riguardano la filosofia e le scienze umane per facilitare la reperibilità del materiale a professori, studenti e appasionati. Tutto il materiale presente su Rescogitans è accessibile gratuitamente. Infatti nella libreria del sito si trovano testi scaricabili ed un software, entrambi prelevabili senza alcuna spesa, che permette di leggere un testo visualizzato come un libro tradizionale. Su Rescogitans si trovano anche dei forum online dedicati alla filosofia e alla didattica della filosofia e due riviste legate alla disciplina.

Web: Rescogitans <http://www.rescogitans.it/>
Info: info@rescogitans.it

2 PERCORSI TEMATICI
2.1 Monografie d'autore
2.2 Cammini nella storia
2.3 Ipertesti
2.1 Monografie d'autore
2.1.1
Danteonline, il padre della lingua è in Rete
Il progetto Danteonline raccoglie in un sito molto ricco e strutturato il meglio delle risorse sugli studi danteschi offerti dalla Rete. Il sito è curato dalla Società Dantesca Italiana in collaborazione con "Infogroup", la IBM e la Semea Sud di Napoli. Il sito propone la più ricca banca dati in formato digitale dell'intera produzione poetica del fiorentino, i testi in edizione critica delle opere dantesche, le traduzioni e le immagini digitali di alcuni codici della Divina Commedia. Un vasto spazio è dedicato all'apparato bibliografico e ad un motore di ricerca all'interno dell'opera omnia del sommo poeta.

Web: http://www.danteonline.it/italiano/risorse.htm
Info: Società Dantesca Italiana <sdi.biblio@leonet.it>

2.1.2 Sulle orme di Shakespeare
Le opere di Shakespeare in lingua originale presentano per lo studente italiano un certo grado di difficoltà, legate soprttutto ai problemi linguistici dati dalla lingua inglese del Rinascimento. Internet offre la possibilità di superare questi ostacoli offrendo numerose e valide risorse che rendono più interattivo e divertente lo studio delle opere del grande drammaturgo. Archivi completi frutto di rigorosi studi filologici, giochi e gruppi di discussione: tutto online e di facile fruizione per imparare ad amare l'autore di Macbeth e Giulietta e Romeo.

Web: ----
Info: ----

2.1.3 Leopardi è online
Il Centro Nazionale di Studi Leopardiani ha realizzato un ricco sito dedicato interamente alla figura del grande poeta, accessibile a tutti coloro che sono interessati a conoscere Leopardi via Internet, sia come accademici che come semplici appassionati. Il sito offre grande interattività grazie alla possibilità di partecipare ad una mailing list, ai cui abbonati verranno inviate periodicamente le attività del Centro, e ad un forum, che ospita i contributi di studiosi leopardiani che affrontano le tematiche avviate dalle domande dei frequentatori del sito. Naturalmente sono reperibili online anche materiali relativi alla biografia e alle opere del poeta.

Web: http://www.leopardi.it
Info: info@leopardi.it

2.1.4 Tributo a Pasolini
Numerosi sono i siti web dedicati a Pierpaolo Pasolini, eclettico intellettuale che ha dominato la scena culturale italiana tra gli anni Sessanta e Settanta. Tra i vari progetti il sito web "Pagine Corsare" è particolarmente completo ed interessante. Il sito raccoglie materiale di diverse tipologie: dati biografici, produzione letteraria (poetica, narrativa e saggistica), importanti pagine di critica, la filmografia completa, un repertorio dell'attività giornalistica, gli atti dei processi, i progetti teatrali. Degne di nota anche un'esclusiva galleria fotografica virtuale, una sala d'ascolto online delle musiche dei film del regista e di brani musicali a lui dedicati. Buona parte del materiale raccolto è scaricabile sul proprio Pc. Il sito è costantemente aggiornato con i contributi degli studi più recenti su Pasolini e con un calendario di rassegne cinematografiche, convegni e mostre a lui dedicate e ispirate.

Web: http://www.clarence.com/home/pasolini/
Info: Angela Molteni <a.molt@iol.it>

2.2 Cammini nella storia
2.2.1
Federico II di Svevia in Rete
Lo "Stupor Mundi" raccontato su Internet. Questo l'obiettivo, ben centrato, di Alberto Gentile, autore del bellissimo sito web dedicato a Federico II di Svevia. Il sito non si limita a narrare la storia di questo leggendario personaggio medioevale, ma propone una trattazione ricca e ben organizzata della vita dell'imperatore, dei personaggi importanti che lo hanno affiancato, degli usi e costumi di un popolo. Dei vari documenti si trova una versione abstract in inglese e in tedesco. E se siete amanti della musica medioevale, potrete ascoltare i midi (Musical Instrument Digital Interface) che accompagnano la visita del sito. Il progetto è aperto alla collaborazione di tutti.

Web: http://www.federicoII.isnet.it/
Info: Alberto Gentile <algent@isnet.it>

2.2.2 Archivio di risorse online per la storia russa
Studiando la storia spesso non è facile distinguere tra una fonte neutrale ed una tendenziosa. Per questo motivo Marshall Poe, un insegnante di storia, ha realizzato "Russian History on the Web". Questo sito cataloga moltissime risorse utili per studiare la storia della Russia, ma non si limita ad una mero elenco di pagine web; ogni risorsa, infatti, viene inserita nel sito soltanto se risponde ai canoni di accuratezza, obiettività, utilità e viene commentata. L'autore ha inserito anche una sezione di "pagine tendenziose" al fine di mettere in guardia il visitatore dai siti che propongono una lettura distorta della storia della Russia.

Web: http://www.russianhistory.org/
Info: Marshall Poe <mpoe@ias.edu>

2.2.3 Un sito per la storia del XIX secolo
Un editore britannico in collaborazione con la British Library, ha attivato un sito web, tenuto in costante aggiornamento da oltre 10 anni, sulla vita degli inglesi del XIX secolo. Attraverso questo sito si può avere accesso gratuito ad una raccolta di oltre 20.000 articoli giornalistici sul XIX secolo, la maggior parte dei quali tratti dal Times londinese. E' un'opera unica nel suo genere per la quantità e la qualità delle opere selezionate, messe a disposizione di studenti, ricercatori e cultori di un'epoca ricca di avvenimenti storici e letterari.

Web: http://c19.chadwyck.co.uk/
Info: c19@chadwyck.co.uk

2.2.4 "Archivi del '900", un secolo online
"Archivi del '900" è il nome di un centro di servizi culturali con sede a Milano. Dall'attivazione del sito web, "Archivi del '900" sta divenendo un vivo centro culturale virtuale, dove poter leggere libri, manoscritti, manifesti e riviste. Ma non solo. "Archivi del '900" è anche un punto di incontro online per scrittori e artisti, studenti e intellettuali. Nato con lo scopo di promuovere l'arte e la cultura di questo secolo, si propone di raccogliere e diffondere via Internet nuovo materiale culturale ed eventi in qualche modo legati al Novecento.

Web: http://www.archivi900.com
Info: customerservice@archivi900.com

2.3 Ipertesti
2.3.1
Un ipertesto sul Decadentismo
L'ipertesto "Il Decadentismo" è un elaborato realizzato, sotto la guida del loro insegnante, da alcuni studenti di letteratura italiana dell'ITC Riccati di Treviso. Obiettivo del lavoro svolto è stata la raccolta e la sistemazione di materiali di studio e di approfondimento sull'argomento. Si presenta, quindi, come una risorsa utile per tutti gli studenti amanti della storia della letteratura e come esempio per affrontare da un punto di vista ipertestuale lo studio di una materia normalmente "lineare" come la storia letteraria di un dato periodo storico. L'autore invita ad una discussione sull'opportunità di realizzare ipertesti di letteratura e su come questi possano essere inseriti nei programmi didattici di italiano.

Web: Mailing list "Didaweb", <http://www.evo.it/riccati/decadent/index.htm>
Info: Giovanni Tozzi <tozzigi@tin.it>

2.3.2 Ipertesto sulla guerra civile spagnola
Il progetto "La guerra di Spagna: il prologo della seconda guerra mondiale e la divisione della sinistra" è un ipermedia (ipertesto multimediale) realizzato dagli studenti dell'ITIS di Ferrara durante lo scorso anno scolastico. Il lavoro utilizza diverse fonti: dal cd-rom al film, dal libro al web. Numerose le difficoltà che i ragazzi hanno dovuto superare: dall'integrazione nel web di media così diversi alla verifica dell'attendibilità di tutte le fonti.

Web: <http://www.comune.fe.it/itis/spagna/index.htm>
Info: <itis.biblio@fe.nettuno.it>



1.1.1 ARIEL: un database di letteratura italiana
Webscuola, in collaborazione con Laterza, ha realizzato un nuovo, prezioso supporto per lo studio: ARIEL, acronimo di "Archivio Interattivo per l'Educazione Letteraria". ARIEL permette infatti di individuare e leggere online tutte le opere italiane dal '200 al '900. Obiettivo di ARIEL è consentire ai professori una maggiore flessibilità nella realizzazione dei programmi di studio, e garantire ai ragazzi la possibilità di studiare la letteratura senza doverne sopportare il "peso fisico" dovuto ai libri di testo. ARIEL consentirà agli utenti di trovare tutto il materiale che desiderano grazie ad un efficiente motore di ricerca che agisce sul database utilizzando diversi descrittori. Ogni testo archiviato è corredato da un apparato didattico, elaborato al fine di favorirne l'utilizzo in campo educativo.
Web: ARIEL <http://ariel.webscuola.tin.it/ariel/>
Info:  redazione.scol@laterza.it 

Dal sito web de La Stampa - 8 febbraio 2000 <http://www.lastampa.it/redazione/Ultima/Redazione/Menu/Principale/laterza.stm>

LA LETTERATURA IN RETE CON LATERZA E TIN.IT

Anche la letteratura si fa spazio in Rete. Si chiama ARIEL (archivio interattivo per l'educazione letteraria), infatti, la prima antologia della letteratura italiana ad uso didattico che arriva in Internet. 
L'iniziativa nasce da un intesa tra la casa editrice Laterza e Webscuola <http://webscuola.tin.it>, il portale per la scuola realizzato da Tin.it. [...] 
ARIEL permetterà ai docenti di identificare, grazie ad uno specifico motore di ricerca, e di costruire percorsi antologici personalizzati di un'opera, di un genere letterario, di un autore. 
La nuova risorsa didattica sarà disponibile sul sito Webscuola e Tin.it.


Dal sito web di Webscuola <http://ariel.webscuola.tin.it/ariel/>

LA LETTERATURA ITALIANA IN UN DATABASE ONLINE

Presentazione
ARIEL (ARchivio Interattivo per l'Educazione Letteraria) <http://webscuola.tin.it/risorse/ariel/index.htm> è un database sperimentale, a supporto dello studio della letteratura per le scuole medie superiori, che si integra nel progetto complessivo di Webscuola e rappresenta una innovativa forma di collaborazione fra gli Editori Laterza e Tin.it.


Nella sua attuale configurazione propone un repertorio antologico della letteratura italiana destinato innanzitutto ai docenti e agli studenti che abbiano in uso i manuali di storia letteraria di Giovanna Bellini e Giovanni Mazzoni: "Moduli di letteratura italiana. Profilo storico" oppure "Moduli di letteratura italiana. Disegno storico", per la presentazione dei quali rinviamo al settore "Scuola online" del nostro sito <http://www.laterza.it>. Esso costituisce, tuttavia, una risorsa utilizzabile anche da chi abbia in uso altre storie della letteratura italiana che non siano quelle specificamente indicate.

L'architettura progettuale di ARIEL prevede la possibilità di creare ulteriori repertori, relativi ad altre letterature antiche e moderne, che saranno collegati l'uno con l'altro al fine di consentire la creazione di percorsi trasversali.

Obiettivi
Obiettivo di ARIEL è in primo luogo l' "alleggerimento" del libro di testo. Facendo perno su un manuale che dia l'indispensabile cornice informativa, il docente potrà selezionare i brani che intende proporre in lettura agli studenti senza dover imporre l'acquisto e il peso materiale di opere enciclopediche che restano in larga parte inutilizzate. E, ciò che è più importante, senza dover rinunciare affatto alla massima libertà di scelta all'interno di un vasto repertorio antologico che sarà costantemente implementato nel tempo.

Non solo. Gli orientamenti più recenti della didattica della letteratura nelle scuole fanno perno sull'impianto modulare. Ogni docente deve delineare la programmazione scolastica sulla base di "moduli", veri e propri percorsi che devono costituire un'unità di studio definita intorno a un genere, o a un autore o a un tema. La gamma delle soluzioni possibili è talmente ampia da non poter essere ingabbiata in un tradizionale strumento su supporto cartaceo. Ed ecco che l'offerta in Rete di una ricca selezione di testi, tanto più quando essa presenterà materiali relativi a più letterature, offre al lavoro del docente il più ampio margine di progettazione e invenzione.

Caratteristiche
Il database, attualmente in via di sviluppo, offre testi di letteratura italiana che, a partire dal Duecento, copriranno l'intero arco cronologico fino al Novecento.
Ciascun testo è dotato di un apparato didattico, curato da Giovanna Bellini e Giovanni Mazzoni, costituito da:

  • un esaustivo apparato di note di carattere esplicativo, ma anche di analisi formale e di approfondimento storico-letterario;

  • un commento, che fissa gli aspetti fondamentali del testo dal punto di vista dello stile, del contenuto, dell'interpretazione critica;

  • un riassunto dell'opera, qualora i brani siano tratti da opere tra le più significative;

  • una cronologia della vita e delle opere, quando l'autore del brano rientri tra i cosiddetti "maggiori" della letteratura;

  • una breve scheda biografica dell'autore, per i cosiddetti "minori";

  • un glossario che spiega le principali figure retoriche e strutture metriche.

La ricerca all'interno del database può essere effettuata per autore, per titolo, per genere letterario, per periodo. [...]

Il Cantiere
ARIEL è un database sperimentale e in crescita. Cosa significa ciò nella pratica del suo utilizzo?

  1. Al momento sono presenti nel database solo gli autori e i testi provenienti dalla "Letteratura italiana" di G. Bellini e G. Mazzoni: puoi consultare il sommario per avere un quadro aggiornato della situazione.
  2. I testi letterari non hanno sempre un "titolo d'autore": abbiamo così fornito gli incipit, accompagnati da un titolo redazionale, lì dove necessario.
  3. Con "periodo" (Duecento, Trecento, ecc.) intendiamo una dimensione storico-critica e non strettamente cronologica: Dante Alighieri, per esempio, copre con la sua produzione l'arco temporale 1283-1320 ma è stato classificato all'interno del Duecento.
    I campi
    "data inizio" e "data fine", compilati sia per ricerche strettamente cronologiche, sia insieme con altri campi (per esempio, "genere letterario"), potrebbero non dare al momento risposta: ricordiamo che solo a partire dal Cinquecento, con l'avvento della stampa a caratteri mobili, si cominciano ad avere date certe di pubblicazione delle opere.
  4. L'opzione "Leggi anche" diventa attiva (puoi cliccarci su) solo quando alcuni testi sono legati fra loro per specifici motivi stilistici e tematici. [...]

Per informazioni e commenti: redazione.scol@laterza.it




1.1.2 Milioni di parole raccolte in un database
Wordtheque è il nuovo servizio online offerto dal gruppo Logos a completa disposizione degli utenti Internet. Questo progetto permette di "sfogliare" e, in molti casi, scaricare in modo assolutamente gratuito numerosissimi testi di ogni soggetto: dalla letteratura classica alla zoologia, passando per l'agricoltura, l'architettura e la medicina. Il metodo di ricerca è semplice e intuitivo, i descrittori possibili sono diversi, l'utente può scegliere di interrogare il database di Wordtheque a partire da una parola chiave, da un autore, da un soggetto, da un titolo o da un editore. Attualmente l'archivio conta più di 500 milioni di parole, contenute in testi scritti in tutte le lingue del mondo.
Web: Wordtheque <http://www.wordtheque.com/>
Info: webmaster@logos.it

Da una comunicazione alla redazione di Lucia Vellandi del 20 settembre 2000 <lvelland@logos.it>

WORDTHEQUE: IL PIÙ GRANDE ARCHIVIO DIGITALE MULTILINGUE DI TESTI

Il Gruppo Logos, uno dei principali operatori mondiali nel settore della gestione dell'informazione multilingua e recentemente attivo anche nel settore editoriale, lancia il portale multilingua www.wordtheque.com <http://www.wordtheque.com/> per la diffusione di letteratura via Internet. Continua la nuova fase strategica nel settore editoriale da parte del Gruppo Logos, che partendo dall'esperienza maturata nel campo delle traduzioni online intende sviluppare un inedito circuito distributivo di contenuti e testi digitali tradotti in tutte le lingue.

Sul portale sono già accessibili oltre 17.000 testi di tutti i generi in 113 lingue, per un totale di oltre mezzo miliardo di parole. Le caratteristiche principali del progetto sono la connotazione multilinguistica dei contenuti tutti i libri sono indicizzati parola per parola ed un motore di ricerca ne consente la consultazione secondo vari parametri) e la proposta formulata per aderire all'iniziativa: tutti i libri sono liberamente "sfogliabili" a video e la maggior parte di essi, in quanto non coperti da diritto d'autore, è scaricabile gratuitamente.
Al via un modo innovativo di promuovere e distribuire letteratura: gratuitamente a disposizione di autori, editori e traduttori la possibilità di pubblicare e vendere online.
L'idea innovativa di Wordtheque <http://www.wordtheque.com/> consiste nel dare ad autori, editori e traduttori la possibilità di pubblicare le proprie opere al di fuori dei circuiti tradizionali. I testi sono "sfogliabili" gratuitamente e scaricabili a pagamento. Wordtheque mette a disposizione la piattaforma tecnologica per pubblicare online e organizza i sistemi di pagamento attraverso la Banca Sella, ma l'intero ricavato derivante dalle vendite viene versato agli autori, editori e traduttori. Il portale Wordtheque <http://www.wordtheque.com/> nasce dallo sviluppo di Wordtheque, la biblioteca virtuale creata da Logos come supporto per contestualizzare nella lingua "viva" della letteratura le parole contenute nel Logos Dictionary. L'ambizione di Logos è di aggregare una comunità mondiale di persone interessate alla letteratura, attraverso la creazione del più grande archivio digitale di testi in tutte le lingue.

Il nuovo progetto si inserisce in un contesto che conferma la strategia del Gruppo Logos di promuovere la propria immagine anche attraverso l'offerta gratuita di contenuti multilingua alla comunità della rete. Il portale Logos <http://www.logos.it/> già offre, fra gli altri servizi, il Dizionario Vivente, Verba (il coniugatore universale), il Corso di Traduzione Tecnica e Letteraria, Reporters On Line e NoteNet.


Da una news di "Yahoo!" del 21 settembre 2000 <http://it.news.yahoo.com/000921/57/o1lw.html>

UN PORTALE PER TUTTI I LIBRI

Il Gruppo Logos, uno dei principali operatori mondiali nel settore della gestione dell'informazione multilingua e prossimo alla quotazione sul Nuovo mercato lancia il portale multilingua wordtheque.com per la diffusione di letteratura via Internet. Continua così la nuova fase strategica nel settore editoriale da parte del Gruppo Logos, che partendo dallesperienza maturata nel campo delle traduzioni online intende sviluppare un inedito circuito distributivo di contenuti e testi digitali tradotti in tutte le lingue. Sul portale sono già accessibili oltre 17.000 testi di tutti i generi in 113 lingue, per un totale di oltre mezzo miliardo di parole. Le caratteristiche principali del progetto sono la connotazione multilinguistica dei contenuti (tutti i libri sono indicizzati parola per parola ed un motore di ricerca ne consente la consultazione secondo vari parametri) e la proposta formulata per aderire all'iniziativa: tutti i libri sono liberamente sfogliabili a video e la maggior parte di essi, in quanto non coperti da diritto dautore, è scaricabile gratuitamente. Lidea innovativa di Wordtheque.com consiste nel dare ad autori, editori e traduttori la possibilità di pubblicare le proprie opere al di fuori dei circuiti tradizionali. I testi sono sfogliabili gratuitamente e scaricabili a pagamento. Wordtheque mette a disposizione la piattaforma tecnologica per pubblicare online e organizza i sistemi di pagamento attraverso la Banca Sella, ma lintero ricavato derivante dalle vendite viene versato agli autori, editori e traduttori




1.1.3 Le materie umanistiche rivisitate in un sito
Alberto Pian è un brillante professore di Lettere che ha allestito questo sito ad uso e consumo di studenti e colleghi. Il materiale disponibile online è suddiviso in quattro sezioni fondamentali: Letteratura, Storia, Didattica e Drin, quest'ultima la parte dadaista del sito nonchè di supporto per le tesi di maturità. I campi di interesse sono vasti: si va da un abbondante serie di schede di letteratura in formato pdf a filmati in Quick time di Storia, Teatro e analisi di testi pubblicitari. Non mancano i contributi degli allievi e una vasta sezione dedicata alla didattica, ispirata ad un'idea di insegnamento espressione di un sincero impegno umano e morale.
Web: Teledidattica <http://members.xoom.it/AlbertoPian/>
Info: Alberto Pian <albertopian@libero.it>

Da una comunicazione alla redazione di Alberto Pian del 20 maggio 2000

LETTERATURA, STORIA E DIDATTICA

Filosofia
Il sito <http://members.xoom.it/AlbertoPian/> è l'espressione della didattica che svolgo normalmente in classe, basata sul principio della libertà di insegnamento (art. 33 Costituzione) [...] per recuperare un vero e umano piacere all'insegnamento e allo studio fondato sui contenuti e su un loro approccio critico.

Struttura
Il sito presenta quattro aree: Letteratura, Storia, Didattica e Drin.
Letteratura e Storia contengono materiali didattici in formato di testo, immagini, lucidi, audio, video e hanno un carattere esclusivamente contenutista.
La parte Didattica è rivolta ai colleghi affinché possano "copiare" le esperienze e le metodologie più interessanti.
Drin invece è la parte "dadaista" del sito e anche supporto per le tesine di maturità.

Contenuti
Il sito contiene lezioni e contenuti di Letteratura, Storia e metodologie didattiche riprese dalla normale attività didattica dell'autore in classe.

Target
studenti di scuola superiore e in parte media, insegnanti di letteratura e storia delle superiori, tutti gli insegnanti interessati a metodologie didattiche e a utilizzare le nuove tecnologie a scuola.

Alberto Pian <albertopian@libero.it>


Dal sito web "Teledidattica" <http://members.xoom.it/AlbertoPian/>

UN SITO PER ALLIEVI ED INSEGNANTI

Presentazione
Insegno Italiano e Storia presso scuola superiore statale I.P.S. Albe Steiner per i Servizi della Pubblicità.
Il materiale è formato da documenti, sintesi, slide, filmati, animazioni, su vari argomenti delle materie che insegno.
E' materiale preparato come supporto per le lezioni e specialmente rivolto agli allievi. Si tratta di documenti continuamente sottoposti a revisione. Gli insegnanti li possono utilizzare liberamente avendone compreso i limiti.

Il sito si articola in quattro sezioni: Letteratura, Storia, Didattica, Drin

Letteratura
1. Diapositive-Schemi didattici

  • Amor mundi e amor dei
  • Cultura alla corte di Federico II
  • Scuola siciliana, sintesi
  • Scuola siciliana, autori
  • Il Dolce Stil Novo
  • Teatro nel '500
  • Illuminismo
  • Ugo Foscolo, un poeta giacobino, spunti per riflettere
  • Giovanni Verga
2. Schede in formato pdf
  • Poesia provenzale: Elementi di base,caratteristiche
  • Scuola Siciliana: Elementi di base, autori, opere principali, Jacopo da
  • Lentini, Cielo D'Alcamo, Pier delle Vigne
  • Poesia realistico - borghese : Elementi di base, autori, opere principali,
  • Cielo D'Alcamo, Cecco Angiolieri, Folgore S.Giminiano.
  • Dolce Stil Novo: Elementi di base,autori, opere principali, Cavalcanti e Guinizelli
  • Dante Alighieri: Elementi di base,vita, opere principali, Vita nova, De
  • Monarchia, De Vulgari Eloquentia, tranne la Commedia
  • Francesco Petrarca: Elementi di base, interpretazioni e critica, Amor Mundi e Amor Dei, il Secretum, il Canzoniere con spiegazione di alcune poesie
  • Giovanni Boccaccio : Elementi di base, interpretazioni e critica, Decameron
  • Nicolò Machiavelli : Elementi di base, critica, citazioni, spiegazioni di tutte le opere principali (Principe, mandragola, Tito Livio, ecc.), analisi di tutti i capitoli del Principe, Epistole.
  • Testi: estratti da Il Principe; La favola di Belfagor
  • Ludovico Ariosto: elementi di base, interpretazioni, appunti, confronti, analisi delle Satire e delle Favole contenute nelle satire, riassunto e note sul primo canto dell'Orlando Furioso e su altri episodi
  • Torquato Tasso: elementi di base, interpretazioni, Aminta, riassunto e note sul primo canto della Gerusalemme Liberata e su altri episodi
  • Neoclassicismo: elementi di base, critica
  • Ugo Foscolo : elementi di base, citazioni, vita e opere, spunti di riflessione.
  • Testi: brani da Ultime lettere di Jacopo Ortis (pdf); I sepolcri (pdf)
  • Romanticismo: elementi di base, citazioni , problematiche
  • Giacomo Leopardi: vita, analisi e breve commento delle opere principali
  • Naturalismo, positivismo: elementi di base, citazioni da autori
  • Emile Zola: alcuni incipit di romanzi: Ortaggi, dal Ventre di Parigi (pdf); Analisi incipiti lucido
  • Decadentismo: elementi di base, citazioni da autori, la filosofia di fondo, il contesto
  • Giovanni Pascoli: elementi di base, vita, atteggiamento delle critica, simbolismo, commento di poesie, il Fanciullino
  • Gabriele D'Annunzio: Testi di alcune poesie; Stralci da Il Piacere
  • Giuseppe Ungaretti: elementi di base, note su alcune poesie
  • Italo Svevo: elementi di base, confronto con il verismo, monologo interiore, flusso di coscienza, psicoanalisi, riassunto de La coscienza di Zeno
  • Luigi Pirandello: elementi di base, vita, opere principali, la comicità, spunti e riflessioni, riassunto del Il fu Mattia Pascal, di Enrico IV e di alcune novelle
  • Eugenio Montale: elementi di base, vita, correlativo oggettivo, tecnica, commento di poesie
  • Ermetismo: sintesi essenziali e tecnica
  • Dadaismo: il movimento dadaista, origini, affermazioni e testi, interpretazioni, opere artistiche
  • Surrealismo: caratteri generali, automatismo, libertà dell'arte, commenti, interpretazioni
  • Salvador Dalì: Opere e commenti
  • Max Ernst: Opere e commenti
  • René Magritte: Opere e commenti
3. Kit e Letture Quick Time
L'infinito: videoclip sulla poesia di Leopardi. Immagini e commenti degli allievi.
Kit didattico: Re Lear. Lezioni in classe.
Teatro dell'assurdo: Appunti multimediali formato QuickTime (Beckett, Ionesco)
Aspettando Godot e La lezione.

4. Documenti degli allievi

Storia
1. presentazioni e relazioni
2. Documenti degli allievi

Didattica
1. Metodi e Pedagogia
2. Esperienze interdisciplinari
3.Selezione documenti allievi

Drin
Perché drin è una botta di vita, un suono che ti squassa, che ti dice: "amico sveglia", un contatto che ti toglie da lì per portarti qui, un al di qua senza essere un al di là, un altrove ma senza sapere dove, un quadretto della natura, una chiamata senza telefonino, un atout, un "non ce n'è per nessuno", un malore all'apertura del frigo, un testimone scomodo, una sedia comoda, un quel che vuoi, un accidente, un "insomma!", un "embé".
Perché drin E' questa pagina qua!

1. Colonna del caos
2. Caos nella colonna (ovvero supporto agli allievi, per esempio tesine di maturità)
  • Tesi di maturità
  • Organizzare una tesina
  • Letteratura e natura tra scienza e poesia
  • Speciale Tesine e Maturità: 43 spunti di riflessione e collegamenti di letteratura
3. Colonna per il corso sessione riservata abilitazione classe 43/A 50/A.

Per informazioni: Alberto Pian <albertopian@libero.it>



1.1.4 Antologia di classici sul sito dell'ITIS Fauser di Novara
Sul sito web dell'ITIS Fauser di Novara è disponibile una ricca antologia dei classici della letteratura italiana che pur non avendo pretese di completezza risulta un'utile risorsa da affiancare ai testi cartacei. Essa si collega al progetto LiberLiber realizzando versioni ipertestuali (ossia html) dal testo piano curato prodotto all'interno del Progetto Manuzio. Il materiale a disposizione sul sito presenta risorse sui principali autori della nostra letteraria, unitamente ad appunti di storia letteraria e ad un prezioso glossario per facilitare la lettura dei classici in italiano volgare.
Web: http://www.fausernet.novara.it/fauser/biblio/index.htm
Info: prof. Giuseppe Bonghi <Giuseppe.Bonghi@mail.fausernet.novara.it>

Dal sito web http://www.fausernet.novara.it/fauser/biblio/index.htm

I CLASSICI DELLA LETTERATURA ITALIANA

"Un classico è un libro che non ha mai finito di dire quel che ha da dire" (I. Calvino)
... tra questa / immensità s'annega il pensier mio / e il naufragar m'è dolce in questo mare

LE SEZIONI
Progetti monografici
- Progetto Dante
- Progetto Boccaccio
- Progetto Machiavelli
- Progetto Goldoni
- Progetto Foscolo
- Progetto Manzoni
- Progetto Leopardi
- Progetto Pirandello
Biografie
Introduzioni
Antologia critica: romanzi del Novecento
Antologia di poeti del '900 con critiche originali

Abbiamo dato una nuova veste a tutti gli indici e razionalizzato il sito, creando due nuove directory che conterranno rispettivamente le Biografie degli autori presenti nella nostra biblioteca e le introduzioni alle Opere: è proprio questo l'aspetto più importante del nostro lavoro.
Le introduzioni metteranno in evidenza le peculiarità dell'opera in esame con un linguaggio semplice e scorrevole, accessibile al maggior numero possibile di utenti, specialmente degli studenti. Speriamo di aver fatto cosa gradita a molti e personalmente spero anche di ricevere le segnalazioni relative ad eventuali errori: tutto è perfettibile, e noi cerchiamo di creare un prodotto fruibile e insieme sufficientemente approfondito.
Alla redazione dei testi partecipano e parteciperanno gli studenti, gli insegnanti e quanti vorranno offrire la loro collaborazione, sia interni agli Istituti 'Fauser' e 'Mossotti' di Novara, sia appartenenti ad altri Istituti.
L'edizione telematica di alcuni classici (per i quali ci sarà di volta in volta una specifica indicazione) appartiene all'Associazione Liberliber, che ringraziamo; l'edizione HTML appartiene comunque alla nostra iniziativa, dopo aver operato un'ulteriore revisione dei files, per utilizzare in modo omogeneo i criteri di impaginazione; in cambio abbiamo offerto al Progetto Manuzio l'utilizzo dei files editi da noi, che possono essere liberamente prelevati.
I commenti, le introduzioni, le note e quant'altro non appartiene all'opera classica può essere prelevato, ma non stampato su carta, nel rispetto dei diritti d'autore.
Per ogni segnalazione di errori o di collaborazione rivolgersi al responsabile dell'iniziativa utilizzando l'E-mail: prof. Giuseppe Bonghi bonghi@mail.fausernet.novara.it, oppure al Preside dell'ITIS Fauser prof. Paolo D'Errico - paolo.d_errico@fauser.edu.




1.2.1 La ricerca storica diventa più facile con Reti Medievali
"Reti Medievali" è un sito nato con l'obiettivo di mettere online le molteplici risorse disponibili per lo studio della storia medievale, ovviando così al problema della frammentarietà delle fonti. Si è sentita l'esigenza di integrare il complesso campo d'indagine degli studi medievistici con le risorse didattiche e organizzative presenti oggi nella Rete. Gli strumenti a disposizione, corrispondenti alle varie sezioni del sito, sono numerosi: una rivista telematica, una biblioteca digitale, un repertorio delle fonti Web, un calendario delle eventi insieme a informazioni di carattere didattico. "Reti Medievali" si propone di essere un valido punto di riferimento nella ricerca storica per medievalisti italiani e stranieri sfruttando le possibilità dei nuovi linguaggi ipermediali.
Web: Reti Medievali <http://www.retimedievali.it>
Info: Redazione Reti Medievali <retimed@cds.unina.it>

Da una comunicazione alla redazione della Redazione di Reti Medievali del 12 maggio 2000

IL PROGETTO "RETI MEDIEVALI"

Reti medievali. Iniziative online per gli studi medievistici", al seguente indirizzo web <http://www.retimedievali.it>.

L'iniziativa aspira a incontrare gli interessi di tutti gli studiosi di discipline medievistiche che intendono integrare nella tradizionale attività didattica e di ricerca le possibilità aperte dai nuovi linguaggi digitali e telematici.

Qui di seguito alleghiamo una breve presentazione dell'iniziativa.

Saremo grati di ogni osservazione e suggerimento e di ogni proposta di collaborazione.

La redazione di RM:
- Pietro Corrao, Università di Palermo
- Roberto Delle Donne, Università di Napoli
- Stefano Gasparri, Università di Venezia
- Gian Maria Varanini, Università di Trento
- Andrea Zorzi, Università di Firenze

Redazione di Reti Medievali <retimed@cds.unina.it>


Dal sito web "Reti Medievali" <http://www.retimedievali.it>

INIZIATIVE ONLINE PER GLI STUDI MEDIEVISTICI

Reti Medievali è un complesso di realizzazioni web organicamente collegate che analizzano e promuovono l'uso delle tecniche informatiche e telematiche allo studio della storia medievale.
L'iniziativa muove dalla constatazione che la medievistica italiana - come del resto quella europea - è oggi sottorappresentata nel panorama delle risorse disponibili online per gli studi medievistici. L'attuale offerta in Rete, dominata da un'impostazione molto lontana da quella europea per metodi, caratteristiche e campi d'indagine, è ancora essenzialmente strumentale e legata ai bisogni della didattica universitaria nordamericana.
Si avverte in Italia un certo disagio fra gli studiosi interessati alle nuove tecnologie: essi percepiscono le potenzialità del mezzo, ma stentano ad identificarsi in una situazione che offre pochi materiali utili alla loro attività scientifica e didattica e nella quale non vedono rappresentato lo stato della ricerca

Risorse
Reti Medievali offrirà gradualmente un insieme integrato di realizzazioni: è al tempo stesso una rivista elettronica, un repertorio delle risorse, una biblioteca digitale, un bollettino informativo in tempo reale, uno spazio per la sperimentazione della didattica ipermediale e telematica, un archivio della memoria storiografica.
Le sezioni in cui si articola sono infatti RM Rivista, RM Repertorio, RM Biblioteca, RM Calendario, RM Didattica, RM Memoria.

RM Rivista
La denominazione RM Rivista richiama solo per analogia il tradizionale strumento di comunicazione della produzione scientifica. Essa non imita né traduce in termini telematici la struttura dei periodici a stampa, ma è uno strumento specificamente pensato per valorizzare alcune caratteristiche delle nuove tecnologie di comunicazione: l'economicità di produzione e di distribuzione, la facilità di accesso e l'ubiquità di diffusione, la tempestività di aggiornamento e la flessibilità di formato, l'ipertestualità di linguaggio e la multimedialità di edizione, l'interattività di fruizione e l'agevole riproducibilità.
Organizzata come contenitore annuale, RM Rivista si articola nelle seguenti "rubriche":

  • Forum: gruppi di brevi saggi critici avviati da uno o più testi che pongono un problema storiografico o di ricerca, o prendono le mosse da un'opera recente, e sono finalizzati alla discussione scientifica aperta a ulteriori contributi dei lettori. I testi hanno natura di saggio destinato alla pubblicazione in rete e costituiscono un patrimonio originale dell'iniziativa.
  • Materiali: rassegne bibliografiche o documentarie, presentazioni di ricerche in corso o di corpi organici di documenti generati dalle ricognizioni e dalle riflessioni compiute nel corso del lavoro di ricerca. Accanto a questi materiali, che RM rende possibile diffondere con tempestività, si intende raccogliere e recuperare quel patrimonio di idee e di spunti elaborati nelle fasi preparatorie di progetti, incontri, convegni, pubblicazioni, che spesso va perduto perché poi rielaborato o considerato residuale e che merita invece di circolare proprio per il suo carattere di "opera aperta".
  • Ipertesti: è la sezione più legata alle potenzialità innovative dei nuovi mezzi di comunicazione; contiene analisi ipertestuali di fonti e di testi o esperimenti di costruzione di ipertesti su argomenti medievistici e intende contribuire a esemplificare le trasformazioni che i nuovi strumenti possono indurre nel linguaggio della ricerca. Una parte della sezione potrà contenere riflessioni sulle nuove forme di testualità.
  • Recensioni: il moltiplicarsi di siti web e di pubblicazioni digitali di argomento medievistico di varia natura e livello rende ormai improcrastinabile affrontare il problema della segnalazione e della recensione critica di singoli siti o di gruppi di pagine web dedicate agli studi medievali e alle applicazioni delle nuove tecnologie alle discipline umanistiche. La rubrica affronterà anche i problemi di definizione di una specifica ecdotica delle recensioni telematiche.
  • Schedario: aggiornamenti bibliografici attraverso informazioni strutturate sul contenuto di opere di vario genere (libri, volumi, saggi, tesi di dottorato, riviste, etc.). Non semplici segnalazioni di titoli, ma offerta di indicazioni precise sul contenuto delle opere in uscita (abstracts, indici, sommari, brevi note di lettura).
  • Spazio aperto: è la pagina che ospita le osservazioni, i commenti e i suggerimenti dei lettori sui contenuti di RM; costituisce il necessario strumento di comunicazione (resa adeguatamente tempestiva dal mezzo telematico) all'interno della comunità scientifica che RM intende promuovere

RM Repertorio
E' una guida tematica alle risorse disponibili per gli studi medievali, con riferimento primario ai materiali digitali. La proliferazione di siti in rete di contenuto medievistico, sia pure di diverso livello e valore, impone un costante aggiornamento sulla disponibilità delle risorse cui attingere per la ricerca e la didattica, per non ritrovarsi fra qualche tempo in un vero labirinto non più controllabile.
A differenza dalla tipologia prevalente dei gateways attualmente presenti in rete - che spesso si risolvono in un mero elenco di links - RM Repertorio non raccoglie indifferentemente tutte le risorse esistenti sul web, prescindendo dalla loro qualità, provenienza e destinazione, né si limita alla sola indicazione di ciò che è disponibile in formato digitale, ma è organizzata in relazione agli ambiti tematici che disegnano il panorama generale degli orientamenti della medievistica in cui si collocano tradizione e attualità, e prospetta un quadro integrato fra risorse digitali e tradizionali strumenti di orientamento per la didattica e per la ricerca.

RM Biblioteca
Costituisce una biblioteca digitale specializzata in studi medievali. Essa consente un facile accesso ai testi, e ne favorisce la diffusione, la riproduzione e il loro trattamento informatico.
I testi, messi progressivamente a disposizione dagli autori per libero conferimento, sono saggi o parti autonome di opere più corpose, già editi a stampa. Si raccolgono, in particolare, testi che costituiscono o hanno costituito l'apertura di nuove prospettive di indagine, che introducono a ricerche di vasto respiro, che rappresentano la messa a punto e l'inquadramento di un problema rilevante per la ricerca e la riflessione storiografica, o che infine costituiscono contributi specialistici di rilievo.
Lo scopo è quello di costruire uno specchio esemplificativo della molteplicità degli orientamenti storiografici, delle tipologie problematiche e dei risultati più rilevanti e consolidati della medievistica recente. Al contempo, RM Biblioteca intende offrire una raccolta di materiali di non sempre facile reperimento e valorizzare un vasto patrimonio di proposte storiografiche, stimolando l'integrazione fra la tradizionale diffusione a stampa e quella telematica.
Il deposito di testi è organizzato in due sezioni:

  • Reading propone dei percorsi di lettura e di studio, attraverso raccolte di testi tematicamente omogenei introdotte da una nota di presentazione e di aggiornamento.
  • Scaffale raccoglie i saggi più significativi della produzione scientifica degli studiosi che contribuiranno ad arricchire l'archivio di testi.

Le due aree sono ovviamente in stretto collegamento, e nuovi percorsi di lettura potranno essere identificati e suggeriti nel deposito complessivo dei testi.
RM Biblioteca è aperta alla collaborazione degli studiosi che intendono avvalersi delle potenzialità di diffusione degli strumenti telematici e che condividono organizzazione e scopi dell'iniziativa.

RM Calendario
Offre un'informazione sistematica, su scala internazionale, dei numerosi incontri, seminari e convegni di studio e mostre storico-archeologiche organizzati nell'ambito delle discipline medievistiche.
RM Calendario ingloba il Calendario della Medievistica, edito dal 1998 dal Polo informatico medievistico dell'Università di Firenze, e progressivamente delineatosi come il maggiore servizio di informazione, a livello internazionale, sugli incontri, i seminari e i convegni organizzati nell'ambito degli studi medievali. Grazie a un'ampia rete di collaboratori, e a un aggiornamento costante del sito, esso ha raccolto informazioni, per il 1998 e il 1999, su oltre 700 incontri che si sono tenuti in circa venticinque paesi nel mondo.
Entro il 2000 l'archivio supererà i 1.000 convegni schedati, venendo così a costituire una ricca banca dati sulle direzioni della ricerca medievistica internazionale più recente. Per agevolare la consultazione dell'archivio sarà attivato un motore di ricerca dedicato.
Dal 2001 RM Calendario raccoglierà anche un'informazione sistematica, su scala internazionale, delle mostre storico-archeologiche organizzate nell'ambito delle discipline medievistiche.

RM Didattica
Raccoglie schemi di corsi, depositi di fonti distinti per temi e cronologia e bibliografie ragionate destinate alla didattica universitaria della medievistica. Si propone in questo modo come un momento di circolazione di materiali che si presentano esplicitamente come grezzi, non finiti, e che tuttavia sono molto utili per comprendere il modo attuale di organizzare l'insegnamento, sempre più distante dal modello tradizionale della lezione-conferenza.
RM Didattica recensisce e discute anche esperienze e iniziative didattiche medievistiche che adottano forme di comunicazione telematica, ancora piuttosto rare in Italia ma già molto numerose soprattutto nell'area anglosassone.
Infine, RM Didattica presenta criticamente gli strumenti didattici attualmente utilizzati nell'insegnamento universitario medievistico, a tutti i diversi livelli (da quello degli studenti dei primi anni a quello dei laureandi): manuali, raccolte di fonti, guide allo studio del medioevo, ecc. In prospettiva intende esaminare anche la questione dell'uso dei manuali della scuola secondaria, ancora molto adottati nei corsi universitari. Sullo sfondo, rimane il problema, da affrontare al momento opportuno, dell'adattabilità degli strumenti di oggi alla nuova situazione che scaturirà dalla futura riforma dei cicli di studio universitari.

RM Memoria
Sedimenta in una sorta di dizionario di informazioni su studiosi e grandi opere del passato e del presente, nonché sulle grandi questioni storiografiche del nostro tempo.
Articolata in Profili e in Bibliografie, la sezione costituisce una sorta di dizionario di storiografia che consente agli studiosi più giovani di orientarsi nella tradizione della medievistica e nei suoi sviluppi, e che contribuisce a ricostruire sinteticamente il quadro di riferimento delle riflessioni più consolidate o più innovative.

Completano il sito due pagine "di servizio":

  • RM Redazione contiene informazioni dettagliate sulla struttura del sito, sui promotori e sui collaboratori, nonché le norme per l'elaborazione dei contributi da proporre per la pubblicazione;

  • RM Novità segnala i materiali via via immessi nelle diverse sezioni, per facilitare la consultazione periodica del sito.


I curatori
RM nasce per iniziativa di un gruppo di studiosi che avvertono il disagio per l'attuale frammentazione dei linguaggi storiografici e degli oggetti di ricerca.
Se, da un lato, questa può essere percepita come elemento di fecondità, dall'altro rischia di accentuare l'incomunicabilità fra i differenti orientamenti della medievistica, e di questa nel suo complesso con altri ambiti della ricerca storica. I promotori condividono l'esigenza di una valutazione critica della tradizione e delle attuali tendenze della ricerca, e quella di proporre questioni e bilanci e di promuovere discussioni e sintesi interpretative intorno ai quali ripensare il progresso degli studi medievistici.

Obiettivi
RM aspira a intervenire nei campi in cui sono state registrate le novità più interessanti della medievistica italiana e internazionale negli ultimi decenni.
La scommessa di RM è quella di realizzare i suoi intenti sperimentando a fondo le possibilità offerte dai nuovi linguaggi ipermediali e telematici, ancora largamente da esplorare con un'iniziativa collettiva. E' convinzione dei promotori che occorra superare un atteggiamento constatativo nei confronti delle nuove tecnologie, facendosi invece coinvolgere attivamente in un processo di trasformazione delle pratiche della ricerca e dei linguaggi di cui non è possibile disconoscere la globalità.
Riteniamo quindi che valga la pena di investire energie in questo senso, offrendo un servizio, un luogo di collaborazione aperto a tutti quanti siano interessati, una sede di possibile elaborazione di nuovi modi di comunicare fra i medievisti italiani.



1.2.2 Laboratorio virtuale per la storia del '900
Il sito WebLab900, per lo studio multimediale della storia contemporanea, è il risultato dei corsi per la formazione di tutor per la scuola promosso dal Provveditorato agli Studi di Milano. Il sito raccoglie materiali, strumenti e risorse per l'analisi e l'insegnamento della storia, e si propone come un vero e proprio laboratorio virtuale, in cui è possibile svolgere attività di ricerca e di scambio. Inoltre è attivo il forum Laboratorio 900 dedicato al confronto tra docenti su temi didattico-metodologici. La sezione "Tutta un'altra storia" offre indicazioni di tipo metodologico e didattico agli insegnanti delle scuole elementari, medie e superiori. Inoltre sono disponibili online corsi di aggiornamento, lezioni di storia e un motore di ricerca che rimanda a numerosi articoli di storia contemporanea.
Web: WebLab900 <http://www.falco.mi.it/weblab900>
Info: Giulio Picciolini <tutor@falco.mi.it>

Da una comunicazione alla redazione di Giulio Picciolini del 5 maggio 2000

FORMAZIONE DEI TUTOR PER LA STORIA

La formazione dei tutor per la storia, per quanto riguarda il Provveditorato agli Studi di Milano [...] si è svolta negli ultimi due anni scolastici perseguendo obiettivi di carattere epistemologico/disciplinare, metodologico/didattico, informatico/multimediale, proponendo istanze innovative "sul fare storia attraverso il laboratorio" e concludendosi attraverso la realizzazione di un prodotto multimediale da spendere nella formazione/disseminazione sul territorio e nella formazione a distanza per il rinnovamento della didattica della storia.
I soggetti istituzionali coinvolti sono stati le Università di Torino e Bologna, l'lnsmli, I'Irrsae Lombardia ed alcune scuole della provincia attrezzate dal punto di vista multimediale (IPC "Kandinski" di Milano, ITSOS "Steiner" di Milano, ITC "Falcone" di Corsico).
II corso, che ha formato 37 docenti di tutti gli ordini di scuola con preminenza scuola superiore, ha avuto come risultati, tra gli altri, la realizzazione del sito Internet "WebLab900", sito sperimentale per lo studio multimediale della storia contemporanea, raggiungibile all'indirizzo http://www.falco.mi.it/weblab900, in cui si può trovare:

  • Mediaweb - Link selezionati ai siti di agenzie giornalistiche, quotidiani, radio, TV e riviste online
  • Istituzioni culturali - Link selezionati a biblioteche, enciclopedie, istituti, cineteche e mostre
  • II corso per i tutor online
  • Aggiornamenti delle attività provveditoriali relative alla storia
  • Dossier 900 - Temi, problemi e materiali e link a lezioni online su temi del Novecento
  • DB900 - Motore di ricerca sugli articoli di Storia contemporanea raccolti in Rassegna Storica del 900, indirizzo dedicato: http://sol.falco.mi.it/db900
E' stato inoltre realizzato un forum "Laboratorio 900": è un forum di docenti impegnati nel rinnovamento metodologico-didattico dell'insegnamento della storia rintracciabile all'indirizzo http://www.falco.mi.it/indice/laboratorio900, all'interno del quale sono stati inseriti più contenitori al fine di favorire il dibattito tra gli addetti ai lavori: Il 900, conferenza che ha lo scopo di informare sulle iniziative del Provveditorato relative alla storia contemporanea; Rassegna Storica900, una raccolta di articoli da quotidiani e riviste sui problemi della storia contemporanea o su recenti acquisizioni, software didattico per la Storia; e-zine e riviste online inerenti la Storia contemporanea.

Si può scrivere al forum indirizzando un messaggio a: laboratorio900@falco.mi.it

Infine il sito Internet "Tutta un'altra Storia" <http://sol.falco.mi.it/tuttaunaltrastoria>, nato dal corso di formazione, è una proposta organica di indicazioni di carattere teorico e pratico ed ha lo scopo di fornire ai docenti delle elementari, delle medie, delle superiori indicazioni metodologiche utili all'insegnamento della Storia. E' stato presentato in occasione di alcuni convegni nel 1999 e nel 2000.
E' suddiviso in sei sezioni, distinte e complementari e costituirà la base del corso di formazione a distanza la cui realizzazione è prevista per l'autunno del 2000
  • I contenuti
    Insegnabilità della Storia Contemporanea: selezione di contenuti caratterizzanti il '900
  • I percorsi
    La ricerca didattica e la progettazione dei percorsi
  • Le fonti
    Lavorare con i documenti. Insegnabilità della tipologia e uso delle fonti: rapporto tra memoria e storia
  • Internet
    L'insegnante come coordinatore e critico della conoscenza storica diffusa a confronto con la generazione di Internet
  • II laboratorio
    II laboratorio come luogo della memoria: strumentazione, raccolta, conservazione, consultazione dei documenti
  • La conoscenza
    II laboratorio come luogo di co-costruzione della conoscenza: l'approccio cooperativo
Per l'anno scolastico in corso sono previste attività che avranno lo scopo di:
  • Costituire una équipe permanente di coordinamento e progettazione con funzioni di: studio, comunicazione, formazione consulenza, documentazione decentrata sui nuclei territoriali
  • Progettare ed allestire dei laboratori territoriali
  • Ideare e realizzare iniziative finalizzate all'utilizzo dei laboratori sul territorio
  • Mettere in atto percorsi di formazione a distanza
  • Censire le esperienze scolastiche più significative
Progetto per la formazione a distanza
II progetto prevede la messa in rete telematica del Provveditorato e di tre istituti scolastici della provincia di Milano con collegamento ADSL. L'utilizzo di una tecnologia altamente veloce nella trasmissione dei dati permetterà di:
  • Sperimentare progetti di formazione a distanza tra i nodi utilizzando i prodotti elaborati per la storia, mettendo a disposizione di chi lo desidera la fonte Internet e attuando la possibilità di raggiungere un alto numero di docenti interessati
  • Effettuare tutoring telematico dei corsisti
  • Progettare laboratori online
  • Costituire reti di relazioni per il proseguo del progetto online
Giulio Picciolini <tutor@falco.mi.it>

Dal sito web "WebLab900" <http://www.falco.mi.it/weblab900>

MAPPA DEL SITO

Forum
"Laboratorio 900" è un forum di docenti impegnati nel rinnovamento metodologico-didattico dell'insegnamento della storia (Dir. Mpi 681/96). Per scrivere al forum potete inviare una mail a laboratorio900@falco.mi.it

Corso tutor
Corso di formazione e aggiornamento per il rinnovamento metodologico e didattico dell'insegnamento della Storia, organizzato dal Provveditorato agli Studi di Milano. La sezione contiene:

  • Schema e diapositive dal corso online
  • Schema e diapositive dal corso in powerpoint
  • Documenti dagli esperti

Mediaweb
Questa sezione del sito contiene link a diversi tipi di media online:
Radio, televisioni, cineteche, musei virtuali, enti sovranazionali, quotidiani, riviste, biblioteche, enciclopedie, agenzie di stampa.

Dossier 900
Lezioni di storia online. Le lezioni sono raggruppate in macrosezioni:

  • La violenza nel XX secolo
  • Guerra e pace in Jugoslavia
  • Indipendenza dell'India
  • Diritti civili in USA



1.2.3 Iperstoria, un sito per la didattica della storia
L'ITC "L. Calabrese" di S.Pietro In Cariano (Vr) in collaborazione con l'"Istituto Veronese di Storia della Resistenza" ha realizzato un sito web interamente dedicato alla didattica della storia, rivolto agli insegnanti di storia di scuole di ogni ordine e grado. Diviso in varie sezioni, "Iperstoria" dedica particolare attenzione alla didattica multimediale. Da segnalare l'ampia rassegna commentata di risorse Internet e la raccolta argomenti di circolari e normative relative a questa disciplina. Il sito offre un notevole livello di interattivita' grazie alla sezione "Forum", che raccoglie opinioni e suggerimenti relativi al materiale presente sul sito. Interessante anchel'agenda degli appuntamenti, che segnala convegni di aggiornamento, mostre e iniziative culturali.
Web: http://www.frida.it/iperstoria/index.htm
Info: Alberto Battaggia <madi@sis.it>

Dal sito web http://www.frida.it/iperstoria/index.htm

IPERSTORIA: AGGIORNAMENTO E DIDATTICA

a cura dell'ITC "L. Calabrese" di S.Pietro In Cariano (Vr) e dell'Istituto Veronese di storia della resistenza e dell'età contemporanea/Laboratorio di didattica della storia

Didattica
- "Esperienze" è un territorio di lavoro: programmazioni modulari, griglie di valutazione, prove strutturate, progetti consorziati, conferenze, mostre. Una vetrina della didattica applicata in grado di fornire modelli di intervento e spunti di riflessione

- Il nodo "Laboratorio" è dedicato esclusivamente alla didattica multimediale. Uno dei pregiudizi fondativi di "Iperstoria" è il carattere strategico, sotto un profilo culturale, prima che didattico, della multimedialità.

- "Pensare la storia" intende problematizzare i caratteri fondamentali della disciplina, il suo statuto epistemologico, il suo apparato concettuale, le specificità metodologiche delle diverse scuole storiografiche.

- "Legislazione" offre una panoramica su tutta la normativa primaria e secondaria di settore: programmi ministeriali, direttive, circolari.

Ricerca
- "Interventi" è uno spazio di dibattito: storiografico innanzitutto, ma anche politico-culturale. Accoglie contributi diretti su singole questioni; ricostruisce sinteticamente le posizioni espresse su un certo argomento invitando al confronto.

- "Testi" ospita ricerche di argomento storico, sociale, politico.

Strumenti
- "Sitografie" propone serie di repertori sitografici. Le indicazioni rientrano in due categorie:
"Storici on line" raccoglie gli indirizzi web di soggetti pubblici e privati che si occupano istituzionalmente di storia: istituti universitari, riviste, archivi, ecc.
"Risorse on line" raggruppa siti per argomento, permettendo di accedere a risorse multimediali da impiegare per ricerche e approfondimenti.
"Sitografie" pubblica anche recensioni di siti rilevanti

- "Bibliografie" pubblica indicazioni bibliografiche e recensioni di opere riguardanti aspetti concettuali, metodologici, didattici e monografici della storiografia dell'età contemporanea.

- "Cd -Rom" pubblica indicazioni e recensioni riguardanti la produzione didattica multimediale

Forum
Forum è il principale strumento di dialogo con i visitatori di "Iperstoria". Un'area che raccoglie opinioni, consigli, sottolineature su tutto quello che viene pubblicato nelle rubriche del sito.
Gli interventi, spediti in e-mail, devono contenere il titolo dell'intervento, la rubrica alla quale si riferiscono, il nome e cognome del mittente ed eventualmente la scuola di appartenenza.

Intersezioni
- "Letterature" ospita proposte didattiche, interventi critici, brani antologici attinenti ai rapporti fra letteratura e storia
- "Conversazioni" pubblica interviste con ricercatori, intellettuali, testimoni
- "Incontri" segnala occasioni di aggiornamento, convegni, mostre, iniziative culturali




1.3.1 Fare "Filosofia" nell'era Internet
Se Socrate vivesse ai nostri giorni, probabilmente consegnerebbe ad Internet le sue strane domande, e forse tra i suoi bookmark troveremmo Filosofia.it, un nuovo sito web per lo studio delle scienze filosofiche. Per il momento le sezioni attive sono quattro: Argomenti, ogni mese un approfondimento tematico; Testi, un articolo di presentazione e commento di testi classici; Questioni, spunti su cui riflettere; Bibliografia, una selezione di testi per approfondire gli argomenti proposti. Numerose altre sezioni, tra cui una biblioteca-online e una guida alla ricerca contemporanea saranno attive tra breve. L'aspetto più innovativo che Filosofia.it introduce nello studio di questa antica e affascinante disciplina è senza dubbio l'interattività, tra gli utenti e con gli utenti, grazie a discussioni e dibattiti online su questioni filosofiche.
Web: Filosofia.it <http://www.filosofia.it>
Info: filosofia@tiscalinet.it

Dal sito web dell'emfs <http://www.emsf.rai.it/altrisiti/risorsegen.htm>

FILOSOFIA.IT

Un sito totalmente improntato all'interattività con gli utenti: dialogo e discussioni su temi e questioni filosofiche, i libri, il commento on-line dei classici e delle ultime ricerche, l'editoria specializzata, il dibattito filosofico.
<http://www.filosofia.it>


Dal sito web Filosofia.it <http://www.filosofia.it>

FILOSOFANDO SI IMPARA

Solo due parole di presentazione. I libri, diceva Platone, non possono essere interrogati: sono come delle anfore che, battute, danno sempre lo stesso suono.
Con un sito internet dedicato alla filosofia, tutto cambia. Del resto, la filosofia è un sapere, ma è anche e soprattutto un'attività (ben disciplinata). Un sito come questo può essere interrogato, può rispondere, può porre a sua volta delle domande a chi lo interroga. Per saperne di più, cercate nel sito. In questo sito vi proponiamo: dialogo e discussioni su temi e questioni filosofiche, i libri, il commento on-line dei classici e delle ultime ricerche, l'editoria specializzata, il dibattito filosofico

Argomenti
<http://www.filosofia.it/argomenti.htm>
La filosofia è fatta di argomenti: più che un sapere è un'attività. Qui trovate un testo su un tema che (cambierà ogni mese) e le pagine commentate di classici o dalla migliore ricerca filosofica contemporanea che si legano a quel tema.

Testi
<http://www.filosofia.it/testi.htm>
Un articolo di presentazione e commento di testi classici

Questioni
<http://www.filosofia.it/questioni.htm>
Nella sua bella Atene, Socrate metteva in difficoltà i suoi interlocutori con domande, solo apparentemente semplici, che riguardavano questioni di per se stesse problematiche. Un più modesto Socrate telematico vi propone alcune questioni.

Bibliografia
<http://www.filosofia.it/bibliografia.htm>
Abbiamo scelto alcuni testi che possono essere utili a chi volesse approfondire per conto suo i temi proposti.
www.filosofia.it vuole porre l'attenzione sui temi e sui testi classici della filosofia. Non è nostra intenzione, naturalmente, offrire una bibliografia completa. Però facciamo qualcosa in più: chiunque voglia può discutere con noi parte dei testi che qui segnaliamo.

Libri
<http://www.filosofia.it/libri.htm>
a) I libri di filosofia sono il primo e insostituibile strumento per chiunque sia filosofo. Ma i libri chiedono di essere discussi, commentati, spiegati, chiariti, criticati. Difficilmente i libri possono vivere di vita solitaria: immalinconiscono e ingialliscono.
Fedeli a questo spirito, abbiamo pensato la sezione "libri" in un modo nuovo: non recensiamo, infatti, semplicemente i libri, ma, dopo aver presentato brevemente il libro, seguiamo il lettore nei punti dubbi o problematici che incontra nella lettura.
Qualche volta possiamo mettere il lettore in contatto con l'autore attraverso il sito.
Basta scriverci e avrete una risposta. I libri che noi consideriamo sono i "classici" o le ultime ricerche filosofiche.

b) Il link a un catalogo di tutti i libri che è possibile trovare in commercio, con la possibilità di una ricerca per temi specifici.

Biblioteca on-line
<http://www.filosofia.it/biblioteca.htm>
WWW.filosofia.it è anche un editore on-line. Qui trovate in edizione elettronica articoli o parti di libri che non sono più in commercio e fuori diritti: ci sono testi di grande valore che si trovano nella biblioteche e che possono essere letti con grande vantaggio - e magari ripubblicati.

Scuola e università
<http://www.filosofia.it/scuola.htm>
Le ultime novità scolastiche ed universitarie, con una lista di links utili ad orientarsi ed informarsi nell'universo dell'istruzione italiana. Collegamenti a dipartimenti di filosofia, italiani e non.

Convegni ed eventi
<http://www.filosofia.it/convegni.htm>
News sui convegni e sugli incontri a carattere filosofico. Informazioni sugli eventi di particolare rilevanza in relazione alle scienze umane.

Altri siti
<http://www.filosofia.it/altri_siti.htm>
Link: La grande biblioteca della rete. Inutile cercare di realizzare in un solo sito la grande biblioteca della rete: la rete è sempre più grande. Qui trovate i link alle principali risorse su internet per la filosofia e non solo. Non però una massa enorme e di differente qualità, ma solo i migliori siti.

Novecento
<http://www.filosofia.it/novecento.htm>
Rivista di cultura e politica.
I testi degli articoli di Novecento, disponibili anche in formato zip

Sezioni di prossima pubblicazione

Guida ai classici
www.filosofia.it vuole porre l'attenzione sui temi e sui testi classici della filosofia. Chiunque volesse può discutere con noi parti dei testi che qui segnaliamo. La conoscenza dei classici è essenziale per chiunque voglia essere filosofo: ma i classici chiedono di essere discussi, commentati, spiegati, chiariti, criticati. Su ogni pagina dei classici si è esercitata la critica e il commento di secoli, sono passati di mano in mano: per leggerli occorre conoscere la loro storia.Fedeli a questo spirito, abbiamo pensato di seguire il lettore nei punti dubbi o problematici che incontra nella lettura. Basta scriverci e avrete sicuramente una risposta.

Guida alla ricerca contemporanea
In questa rubrica troverete una guida alla lettura di alcuni testi della ricerca contemporanea. Non recensiamo semplicemente i libri; dopo aver presentato brevemente il libro, seguiamo il lettore nei punti dubbi o problematici che incontra nella lettura. Qualche volta possiamo mettere il lettore in contatto con l'autore attraverso il sito.

Le vostre questioni
Da queste parti si arriva con una propria curiosità, con un proprio problema filosofico e lo si affida alla posta elettronica. Chi ha delle questioni filosofiche da proporre, lo faccia! La tradizione filosofica ha accumulato soluzioni e problemi su temi fondamentali: basandoci esclusivamente sulla storia della filosofia, e dichiarando la fonte, cercheremo di dare delle indicazioni orientative.

Conversazioni critiche
a) È la pagina delle note critiche su saggi, romanzi, cinema, teatro, televisione, musica. Pubblicheremo anche un scelta dei contributi critici che ci vorrete mandare.
b) Mettiamo in contatto, su richiesta, le persone che hanno voglia di conversare criticamente con altri, di un autore, di un libro, di un film...Questo servizio è dedicato a quelle persone che si trovano, come nel mirabile libretto di Woody Allen, "dentro a Joyce fino al collo".

Per informazioni e per porre le vostre questioni scrivete a filosofia@tiscalinet.it




1.3.2 Gli studi di filosofia italiana in Rete
SWIF è la sigla che individua il Sito Web Italiano per la Filosofia, una collezione molto nutrita di strumenti e risorse per le scienze filosofiche. Tra le varie sezioni del sito particolarmente interessante per gli insegnanti è la parte dedicata alla didattica della filosofia ove è possibile trovare una grande raccolta ragionata di link sul tema filosofia-scuola-Internet. Obiettivo di questo progetto è "offrire al pubblico italiano una ricca banca dati online e strumenti NIR (networked information retrieval) efficienti ed agevoli al servizio delle discipline filosofiche". Dal sito è possibile iscriversi alla newsletter che informa sulle novità del settore e partecipare alla lista di discussione.
Web: http://lgxserver.uniba.it/lei/
Info: Enzo Ruffaldi <md2922@mclink.it>

Dal sito web dello SWIF <http://lgxserver.uniba.it/lei/>

SERVIZIO WEB ITALIANO PER LA FILOSOFIA

Lo SWIF nasce come progetto di collaborazione tra il CASPUR (Consorzio per le Applicazioni del Supercalcolo per l'Università e la Ricerca), il Dipartimento di Filosofia, il LEI (Laboratorio di Epistemologia Informatica) e il Centro di Calcolo dell'Università di Bari. Il progetto riguarda la realizzazione di un servizio Internet finalizzato alla costruzione e gestione di un sito World-Wide Web nazionale che possa offrire al pubblico italiano una ricca banca dati online e strumenti NIR (networked information retrieval) efficienti ed agevoli al servizio delle discipline filosofiche.

Gli obiettivi del progetto
La costruzione dello SWIF si prefigge la realizzazione di dieci obiettivi principali:

  1. fornire un efficiente NIR per la navigazione nel settore del'insegnamento e della ricerca filosofica in lingua italiana, attraverso una costante e accurata selezione dei migliori servizi dedicati alle discipline filosofiche sia a livello nazionale che internazionale
  2. predisporre per gli studenti, i docenti e i ricercatori il collegamento con i NIR più diffusi per agevolare l’interazione con altri servizi e informazioni fornite su Internet
  3. gestire l’accesso ai migliori motori di ricerca sia nazionali che internazionali (strumenti di interrogazione per la ricerca di argomenti) e fornire lo spazio tecnico necessario allo sviluppo di motori specializzati nella ricerca su siti italiani
  4. creare un facile acceso alle migliaia di cataloghi di biblioteche online (Opac) sia italiane che straniere
  5. implementare i collegamenti diretti con tutte le banche dati utili alle discipline filosofiche, gestite da altri centri di ricerca
  6. creare una banca dati testuale dei classici del pensiero per la fruizione online o la diretta acquisizione via ftp, sia raccogliendo e sistematizzando quanto è già stato prodotto occasionalmente su Internet, sia mettendo a disposizione ulteriori testi digitalizzati, la cui distribuzione gratuita non sia più regolamentata dalla legge sui diritti d’autore
  7. creare un archivio ftp per la registrazione e lo scaricamento dei software didattici e di analisi testuale in versione freeware, shareware o demo
  8. aprire un facile accesso a Usenet, la più grande Bbs mondiale, composta da decine di migliaia di gruppi di discussione pubblica sugli argomenti più diversi
  9. mettere a disposizione degli utenti una serie di guide all’uso dell’informatica nelle discipline filosofiche, di vocabolari di lingua e di dizionari tecnici reperibili su Internet, e di file Faq (frequently asked questions, documenti, di solito in continua evoluzione, che contengono le domande più frequenti su un certo argomento, insieme alle relative risposte) sui temi di maggior interesse
  10. creare un dizionario filosofico in Italiano consultabile online.

Le finalità del progetto
Attraverso i precedenti 10 obiettivi, lo SWIF intende assolvere cinque finalità:
  1. offrire un quadro, il più esaustivo possibile, degli strumenti, dei servizi e delle informazioni oggi disponibili online per le discipline filosofiche in Italia
  2. stabilire un gateway facilitato tra gli utenti italiani e le risorse per le discipline filosofiche messe a disposizione su Internet a livello internazionale
  3. censire e recensire quanto è stato già fatto fino ad oggi in Italia per la filosofia a livello di informatica umanistica e promuovere l'utilizzo di strumenti informatici nell'insegnamento e nella ricerca filosofica
  4. creare un luogo di interazione tra i vari progetti di informatica filosofica in corso di realizzazione sul territorio nazionale
  5. stabilire una collaborazione fruttuosa tra le Scuole Secondarie Superiori, le varie associazioni scientifiche di settore (tra cui la Società Filosofica Italiana, la Società Italiana di Filosofia Analitica, La Società Italiana di Logica e Filosofia della Scienza, la Società Italiana di Storia della Scienza, la Società Italiana di Linguistica), i centri del CNR dedicati alla filosofia, i Dipartimenti universitari legati allo studio del pensiero filosofico, l’Istituto di Studi Filosofici di Napoli, la Fondazione Banfi, l’Accademia Nazionale dei Lincei e l’Istituto dell’Enciclopedia e altri centri di ricerca, per la creazione e la gestione di una banca dati online per la filosofia in Italia che includa dalle informazioni sugli associati alle nuove pubblicazioni nel settore, dalle borse di studio agli aggiornamenti delle voci enciclopediche, dai convegni ai nuovi progetti di ricerca.



1.3.3 Una biblioteca online di testi filosofici
Rescogitans si propone come la prima libreria e biblioteca di testi elettronici filosofici. Obiettivo del sito, in parte bilingue, è la distribuzione di libri, articoli, recensioni che riguardano la filosofia e le scienze umane per facilitare la reperibilità del materiale a professori, studenti e appasionati. Tutto il materiale presente su Rescogitans è accessibile gratuitamente. Infatti nella libreria del sito si trovano testi scaricabili ed un software, entrambi prelevabili senza alcuna spesa, che permette di leggere un testo visualizzato come un libro tradizionale. Su Rescogitans si trovano anche dei forum online dedicati alla filosofia e alla didattica della filosofia e due riviste legate alla disciplina.
Web: Rescogitans <http://www.rescogitans.it/>
Info: info@rescogitans.it

Da una comunicazione alla redazione di Guido Boriani del 5 novembre 1999

RESCOGITANS: UN SITO DI FILOSOFIA

Rescogitans <http://www.rescogitans.it> si propone di diffondere gratuitamente materiale di tipo editoriale (libri, articoli, recensioni, resoconti di convegni) edito e inedito attinente alla filosofia e alle scienze umane. 
Contiene una libreria dove è possibile scaricare classici di filosofia implementati con un software progettato come ausilio a chi studia o prepara lezioni sulla base di testi; una biblioteca di testi online, una rivista di filosofia, Informazione Filosofica, un forum a tema libero e uno sulla didattica di recente istituzione, per un totale di 400 pagine in linea (libri scaricabili a parte, naturalmente).
Gli utenti di Rescogitans sono per l'80% studenti e professori (universitari e liceali) e per il 20% professionisti con un interesse non professionale per la materia.
Il sito, essendo in parte bilingue, è collegato e segnalato da diverse università straniere (e naturalmente da quelle italiane) in particolare europee, americane, canadesi, e australiane. Agli utenti (italiani ed esteri) che lo richiedono viene inviata una newsletter mensile con le segnalazione delle novità pubblicate.

Rescogitans si sta orientando sempre di più verso la scuola e stiamo lavorando a una serie di iniziative a cui non ho accennato per brevità.
Rescogitans è attualmente il sito con più materiale editoriale filosofico pubblicato in Italia e per quanto mi è dato di capire anche il primo per accessi (se devo credere ai dati che dichiarano gli altri).

Guido Boriani
Direttore Editoriale 
<gboriani@tin.it> oppure <info@rescogitans.it>


Dal sito web "Rescogitans" <http://www.rescogitans.it>

LA PRIMA LIBRERIA E BIBLIOTECA DI TESTI ELETTRONICI

Rescogitans è il primo sito che ti offre la possibilità di consultare libri in formato elettronico, curati secondo i migliori standard editoriali. 
Visita gratuitamente la Biblioteca <http://www.rescogitans.it/sitenew/ita/biblio.htm> o consulta il catalogo della Libreria <http://www.rescogitans.it/sitenew/ita/libreria.htm>. Scarica una copia gratuita di LibraryLab <http://www.rescogitans.it/sitenew/ita/library.htm>, il software per Windows 95 appositamente sviluppato da Rescogitans per l'elaborazione e la consultazione dei testi elettronici presenti nella Libreria. 
Nella sezione Servizi <http://www.rescogitans.it/sitenew/ita/servizi.htm> troverai un elenco di link interessanti, e la rivista Informazione Filosofica <http://www.rescogitans.it/sitenew/ita/InfoFil/Infex.htm> con articoli, recensioni, calendari di eventi.

Biblioteca
Nella Sala lettura <http://www.rescogitans.it/sitenew/ita/consult.htm> trovi l'elenco dei testi interamente consultabili gratuitamente. Nella sezione Anteprima <http://www.rescogitans.it/sitenew/ita/ante.htm> puoi consultare alcuni estratti delle novità. 
  
Libreria
Nel Catalogo <http://www.rescogitans.it/sitenew/ita/newcat.htm> trovi l'elenco di tutti i testi attualmente disponibili. La sezione LibraryLab <http://www.rescogitans.it/sitenew/ita/library.htm> è interamente dedicata al software, con tutte le informazioni relative al suo funzionamento e le istruzioni per scaricare la tua copia gratuita.

  • Catalogo: Philosophical Library è una raccolta di testi di filosofia, dal Rinascimento all'età contemporanea. 
    I testi presenti in catalogo sono completamente gratuiti e possono quindi essere scaricati liberamente. [...]
  • LibraryLab: è un navigatore, un elaboratore di testi, uno strumento di ricerca e un gestore di ipertesti personalizzabile, che opera in ambiente Windows 95 o Windows NT. Il programma permette di leggere un testo visualizzato come un libro tradizionale su una o due pagine, offrendo allo stesso tempo la possibilità di crearsi un percorso di studio personalizzato (comprensivo di note e links).  

Servizi
In questa sezione puoi trovare: 
- i nuovi Forum online <http://www.rescogitans.it/cgi-bin/rforum/wwwthread.cgi> dedicati alla filosofia e alla didattica: uno spazio libero a disposizione di chiunque voglia intervenire nel dibattito; 
- i link Altri siti <http://www.rescogitans.it/sitenew/ita/altri.htm>;
- la rivista Informazione Filosofica in linea <http://www.rescogitans.it/sitenew/ita/InfoFil/Infex.htm> che puoi consultare gratuitamente;
- la rivista culturale Linea d'ombra <http://www.rescogitans.it/linea.htm>: sempre disponibile un piccolo archivio dei numeri passati. Per ogni pubblicazione troverete due articoli online; 
- nella sezione Contributi <http://www.rescogitans.it/sitenew/ita/contributi.htm> in collaborazione con Tilgher, importante casa editrice di Genova, presentiamo alcuni articoli tratti dalle riviste Epistemologia e Giornale di Metafisica;
- nella sezione Archivio <http://www.rescogitans.it/sitenew/ita/archivio.htm> sono ancora disponibili gli interventi di Piergiorgio Donatelli, Paolo Leonardi, Alessandro Pagnini, Paolo Parrini, e Salvatore Veca sul tema Filosofia analitica oggi. 
 
Risultato della collaborazione tra Rescogitans e il professor Giovanni Piana, ordinario di Filosofia Teoretica presso l'Università degli Studi di Milano, è la disponibilità sul sito della premessa <http://www.rescogitans.it/sitenew/ita/piana/prem.htm> di uno dei suoi testi, Elementi di una dottrina dell'esperienza <http://www.rescogitans.it/sitenew/ita/piana/prem.htm>.

Per informazioni: info@rescogitans.it




2.1.1 Danteonline, il padre della lingua è in Rete
Il progetto Danteonline raccoglie in un sito molto ricco e strutturato il meglio delle risorse sugli studi danteschi offerti dalla Rete. Il sito è curato dalla Società Dantesca Italiana in collaborazione con "Infogroup", la IBM e la Semea Sud di Napoli. Il sito propone la più ricca banca dati in formato digitale dell'intera produzione poetica del fiorentino, i testi in edizione critica delle opere dantesche, le traduzioni e le immagini digitali di alcuni codici della Divina Commedia. Un vasto spazio è dedicato all'apparato bibliografico e ad un motore di ricerca all'interno dell'opera omnia del sommo poeta.
Web: http://www.danteonline.it/italiano/risorse.htm
Info: Società Dantesca Italiana <sdi.biblio@leonet.it>

Dal sito web "Nove da Firenze" <http://www.nove.firenze.it/vediarticolo.asp?id=a0.06.11.18.58>

VIA INTERNET IN TUTTO IL MONDO LE OPERE DI DANTE

Il sito Internet su Dante è stato creato dalla Società Dantesca Italiana, l’istituto fondato nel 1888 da alcuni dei più bei nomi della cultura italiana come Giosuè Carducci, Isidoro Del Lungo, Pio Raina, Pasquale Villari, Guido Mazzoni.
Il sito opera su due direttrici: una di larga comunicazione ed una di ricerca e di approfondimento.
Il nucleo del sito è una ricca banca dati sull’opera di Dante, sulla sua vita e sui codici danteschi, per ora della sola Commedia.
La banca dati contiene - in formato digitale - l’intera opera di Dante, i testi ufficiali e le traduzioni, le immagini digitali di alcuni codici delle Commedia (e, per ora, solo di alcuni le trascrizioni), l’insieme degli elementi biografici e bibliografici.
Questa banca dati costituisce la base per una consultazione “comunicativa” con l’opera dantesca che, partendo dagli scritti e dal pensiero dell’autore, interessi e coinvolga ogni “navigatore” di Internet e lo invogli a proseguire la consultazione del sito e delle sue aree.
L’apertura internazionale del sito è assicurata dal suo stesso multilinguismo, già allestito in italiano e inglese, con previsione di realizzare in tempi rapidi le versioni francese, tedesca e in altre lingue.
Per incorporare la vasta mole di dati, testi e immagini e la struttura comunicativa e di accesso alle informazioni, che richiede una articolazione di notevole complessità e l’uso di strumenti all’avanguardia, la Società Dantesca Italiana ha coinvolto Infogroup e la IBM Semea Sud di Napoli.
La prima si è occupata degli aspetti progettuali legati alla gestione tramite Web della base di dati, oltre che della componente comunicativa e di informazione diretta realizzata tramite il Sito Web, mentre la IBM ha messo a disposizione la propria competenza tecnica e progettuale relativa alla creazione alla gestione e all’accesso a banche dati multimediali, oltre che il proprio software.


Dal sito web "Danteonline" <http://www.danteonline.it/italiano/risorse.htm>

TUTTO DANTE NELLA RETE

Dante online è il sito ufficiale della Società Dantesca Italiana.
Le opere
Elenco opere presenti interamente online:

  • Rime
  • Rime di dubbia attribuzione
  • Vita Nuova
  • Convivio
  • De vulgari Eloquentia
  • Commedia
  • Monarchia
  • Epistole
  • Egloghe
  • Questio de aqua et terra
  • Fiore
  • Detto d'Amore
I codici
Elenco degli 827 manoscritti della Divina Commedia
Elenco dei 17 manoscritti visionabili

La vita
Vita di Dante in versione testuale
Vita di Dante in versione multimediale
Biografia

Bibliografia
Bibliografia analitica e ragionata degli studi danteschi nel mondo. Obiettivo del progetto "Bibliografia" è quello di raccogliere tutti gli studi su Dante e il suo ambito storico e letterario dal 1972 in poi per poter fornire agli studiosi, velocemente e in un unico ambiente, notizie che altrimenti sarebbe lungo e difficile reperire data la vastità degli studi danteschi nel mondo.
Conterrà inizialmente circa 40.000 schede (per gli anni 1972-2000) e verrà in seguito aggiornata semestralmente con un incremento di circa 1500 schede all’anno.
Bibliografia analitica significa che classifica come lemmi a parte anche articoli di spoglio di volumi miscellanei e capitoli di volumi monografici.
Bibliografia ragionata significa che ogni lemma è stato fornito di un soggetto e di una parola chiave attraverso i quali sarà possibile effettuare una ricerca mirata.

Interviste
Lo scorrere del tempo non sembra scalfire il nucleo profondo del pensiero di Dante.
Le sue riflessioni sulle grandi questioni etiche (libertà, giustizia) e politiche (lo Stato, la Chiesa, l'individuo) continuano ad avere uno stretto rapporto con i temi del dibattito attuale. Ma questa oggettiva attualità, non viene però percepita e considerata come tale.
Con queste interviste "impossibili" abbiamo cercato di trovare una prospettiva attuale del pensiero di Dante: un personaggio del nostro tempo "intervisterà" Dante ponendogli una serie di domande su un tema specifico e Dante "risponderà" per il tramite delle sue opere.

Risorse
  • Pagina dei link
  • Memorie musicali: La memoria musicale di Dante nel "De Vulgari Eloquentia" e nella "Divina Commedia" (Realizzazione e trascrizione di Clemente Terni)
  • Principi di trascrizione
    del testo e delle rubriche della Commedia
    Regole per la codifica di compendi, lacune, correzioni, aggiunte, revisioni ecc.
Cerca
Opere: è possibile cercare una parola o una frase all'interno del testo di una o di tutte le opere di Dante

Informazioni generali
Società Dantesca Italiana <http://www.dantesca.it>
Elenco degli autori
Elenco dei collaboratori

Dal sito web "Campusweb" del 19 giugno 2000 <http://www.campusweb.it/>

GALEOTTO FU IL SITO E CHI LO SCRISSE

Dante Alighieri, con il dovuto e-trattino davanti e il punto com a seguire.
La versione moderna del poeta fiorentino esordisce in Rete accompagnata per mano da docenti e ricercatori che, dopo averne studiato su libri e trattati ogni sfaccettatura, hanno deciso, «nel mezzo del cammin di loro vita» di raccoglierne vita e opere in un sito che rievoca, fatalmente, atmosfere stilnovistiche. http://www.danteonline.it è un tributo telematico al più grande poeta di tutti i tempi. Un atto d’amore, generoso, e quanto mai tempestivo, soprattutto se si tiene conto che cade quest’anno il 700° anniversario del viaggio nell’oltretomba della Divina Commedia (che gli studiosi fanno risalire proprio al 1300), da parte di un circolo di «eterni dannati», del calibro, per esempio, di Francesco Mazzoni, coordinatore di un dottorato di ricerca in filologia dantesca a Firenze, oltre che membro della storica Società dantesca italiana <http://www.dantesca.it>.
Ricco e ben curato, anche per quanto riguarda la veste grafica, il sito propone un elenco dei manoscritti presenti nelle biblioteche delle città italiane e straniere, con tanto di segnatura e nome del copista, e, cosa più importante, l’opera omnia del poeta toscano: Convivio, De vulgari eloquentia, Monarchia, Le epistole e, naturalmente, l’immancabile Divina Commedia.
Insomma un tripudio di versi in vulgata online, preceduto da brevi schede introduttive, che riesce ad appagare il più incontentabile degli appassionati e che, magari, solleticherà la voglia di riscoprire l’Alighieri anche in chi l’ha incrociato solamente dai banchi di un liceo.
Menzione particolare merita poi la sezione delle cosiddette interviste: un piazza virtuale in cui studiosi dai mille volti condurranno i cibernavigatori a comprendere meglio le questioni etiche (libertà e giustizia) e politiche (rapporti tra Stato, Chiesa e individuo) che stanno dietro al pensiero dantesco. Già, perché: «Fatti non foste a viver come bruti ma per conoscere virtute e conoscenza».
Luca Gelmini




2.1.2 Sulle orme di Shakespeare
Le opere di Shakespeare in lingua originale presentano per lo studente italiano un certo grado di difficoltà, legate soprttutto ai problemi linguistici dati dalla lingua inglese del Rinascimento. Internet offre la possibilità di superare questi ostacoli offrendo numerose e valide risorse che rendono più interattivo e divertente lo studio delle opere del grande drammaturgo. Archivi completi frutto di rigorosi studi filologici, giochi e gruppi di discussione: tutto online e di facile fruizione per imparare ad amare l'autore di Macbeth e Giulietta e Romeo.
Web: ----
Info: ----

Dal sito Web del MIT <http://www-tech.mit.edu/Shakespeare/works.html>

SHAKESPEARE AL MIT

Iniziamo questa rassegna di siti dedicati al grande drammaturgo con un sito di riferimento: la raccolta completa di tutta l'opera di Shakespeare a cura del prestigioso MIT, il Massachusetts Institute of Technology.

Contenuti
- Area di discussione sull'opera di Shakespeare
- Motore di ricerca per parole chiave su tutte le opere di Shakespeare
- Altre risorse shakespeariane su Internet
- Tutte le opere listate in ordine alfabetico e cronologico
- Citazioni e frasi celebri
- Glossario shakespeariano

Area di discussione
Queste pagine vogliono essere un luogo ove tutti gli appassionati possano interagire l'un l'altro a proposito dell'opera e delle tematiche shakespeariane. Essi potranno porre domande, fornire risposte in modo da rendere questo sito una preziosa e vivace risorsa per lettori di ogni provenienza e livello.
Quest'area e' nata nel 1995 e si e' subito dimostrata molto ben gradita. Lo dimostrano gli oltre 8000 messaggi scambiati da allora. Per renderne l'accesso piu' agevole i messaggi piu' vecchi vengono regolarmente archiviati.

Per ulteriori informazioni Jeremy Hylton <jeremy@cnri.reston.va.us>.


Dal sito Web dell'Università di Milano <http://www.silab.dsi.unimi.it/%7eml524333/etl98/progetto.htm>

SHAKESPEARE ALL'UNIVERSITÀ DI MILANO

The 2000ers è uno dei molteplici gruppi nati durante il corso ('98-'99) di Informatica Applicata alla Elaborazione dei Testi Letterali (ETL). Il nostro progetto finale ha come argomento William Shakespeare, uno dei più grandi, se non addirittura il più grande scrittore di tutte le epoche.
Abbiamo strutturato l'esposizione in cinque punti fondamentali che qui riassumiamo:
- Alto Rinascimento Inglese: una descrizione del background storico e culturale inglese negli anni dei regni di Elisabeth I e James I
- Il Teatro nell'era Elisabettiana: la nascita dei più famosi teatri e la loro importanza a livello sociale
- La Vita di William Shakespeare: i punti chiave della sua vita e come questi si sono riflessi nei suoi lavori
- Le Opere di Shakespeare: le opere teatrali, le tragedie, le commedie e i drammi storici in tre fasi fondamentali; i sonetti immortali
- La questione della traduzione: il vero Shakespeare e intraducibile?

Per contattarci inviate le vostre e-mail a The 2000ers cg536836@silab.dsi.unimi.it


Dal sito web Shakespeare online <http://daphne.palomar.edu/shakespeare/>

SHAKESPEARE ONLINE

Benvenuti all'ultima edizione di "Mr. William Shakespeare and the Internet": questo sito ha due precisi obiettivi:
1) Essere una guida completa e ragionata a tutte le risorse disponibili su Internet a livello pre-universitario su Shakespeare, la sua vita e le sue opere, incluse manifestazioni e festival che lo riguardano.
2) Presentare nuovi materiali e nuovi strumenti non disponibili altrove sulla Rete e che fanno un uso prezioso di essa.
Ad esempio:
- La Shakespeare Timeline, un insieme di documenti che collocano e spiegano gli eventi centrali nella vita del poeta. Una visione sinottica completata e resa possibile anche dalle risorse che seguono.
- La genealogia di Shakespeare: un insieme di tabelle che illustrano date e figure rilevanti nella famiglia del poeta
- Vita ed Opere: mostra e mette in relazioni i fatti piu' importanti della vita di Shakespeare con la pubblicazione delle sue opere
- Quiz Biografico: per valutare la vostra conoscenza prima e dopo aver visitato questo sito

Per ulteriori informazioni: Terry A. Gray <tgray@palomar.edu>


Dal sito web Shakespeare Web <http://www.shakespeare.com/>

SHAKESPEARE WEB

Un sito interattivo, un ambiente ipermediale dedicato esclusivamente a comprendere e godere l'opera di Shakespeare.
Tra le cose piu' interessanti presentate da questo sito un gioco basato su tecnologia Java con cui divertirsi ed apprendere al tempo stesso. Simpatica anche la pagina "Today in Shakespeare History" che ogni giorno ci ricorda cosa successe quel giorno nella vita del grande poeta.


Dalla newsletter "Lesson Stop" del 29 Marzo

NAVIGARE CON IL BARDO

Navigare con il bardo <http://www.ulen.com/shakespeare/>
Questo sito e' veramente uno spasso! Per gli insegnanti offre numerose lezioni a coprire gran parte delle opere di Shakespeare, oltre a molti link ed un gruppo di discussione ad essi riservato.
La sezione riservata agli studenti, denominata "Shakespeare 101", e' invece caratterizzata da diverse guide allo studio, un album fotografico, una simpatica biografia e molto altro.
Per ulteriori informazioni Amy Ulen <amy@ulen.com>




2.1.3 Leopardi è online
Il Centro Nazionale di Studi Leopardiani ha realizzato un ricco sito dedicato interamente alla figura del grande poeta, accessibile a tutti coloro che sono interessati a conoscere Leopardi via Internet, sia come accademici che come semplici appassionati. Il sito offre grande interattività grazie alla possibilità di partecipare ad una mailing list, ai cui abbonati verranno inviate periodicamente le attività del Centro, e ad un forum, che ospita i contributi di studiosi leopardiani che affrontano le tematiche avviate dalle domande dei frequentatori del sito. Naturalmente sono reperibili online anche materiali relativi alla biografia e alle opere del poeta.
Web: http://www.leopardi.it
Info: info@leopardi.it

Dal sito web <http://www.leopardi.it>

LEOPARDI NELLA RETE

(un ideale percorso in rete tra siti leopardiani è stato proposto in IBN School 01.00 del 23 Marzo 1998, articolo 2.2.3)

Nella prima fase di realizzazione del progetto www.leopardi.it si è voluto dare rilievo al concetto di "poeta nella rete" e creare un luogo di incontro e comunicazione per tutti coloro che desiderano avvicinarsi a Leopardi, sia in modo accademico che non.
Il sito sarà un ipermedia in divenire e privo di confini precisi, ad esso infatti si collegheranno i numerosi siti ispirati al poeta presenti nella rete. I centri di studio ed i circoli letterari dedicati a G. Leopardi daranno il proprio contributo alla crescita ed alla diffusione dei contenuti collegandoli in forma ipertestuale.
Il sito cerca di sfruttare a pieno le potenzialità di Internet, come la dinamicità - la home page cita un verso del Poeta che casualmente viene modificato ad ogni caricamento della pagina - e la multimedialità - grazie alla banca dati audio/video che propone interviste a poeti e critici letterari. Le interviste saranno anche trascritte ed ipertestualizzate al fine di rendere possibile una fruizione rapida dei contenuti.
é stato inoltre dato grande rilievo all'interattività, intesa come possibilità di creare collegamenti in rete tra le persone mediante due strumenti principali:

  • creazione di una mailing list di abbonati alla quale verranno inviate in maniera periodica informazioni sulle attività del Centro Nazionale di Studi Leopardiani ed altre informazioni fornite dal Centro stesso su tutto ciò che riguarda il poeta nel mondo;
  • attivazione del forum di discussione, cioè la pubblicazione nel sito dei messaggi di posta elettronica inviati dai visitatori. Il forum di discussione ospiterà periodicamente dei personaggi noti (poeti, critici letterari, persone comunque legate a Leopardi) che risponderanno in linea alle domande poste dai navigatori.
In una fase successiva verranno aggiunte altre sezioni informative riguardanti:
- i Luoghi Leopardiani
- il Catalogo delle opere
- i links ai siti più interessanti dedicati al poeta.
Il Centro Nazionale di Studi Leopardiani sta inoltre progettando una serie di servizi da fornire attraverso il sito nella fase più completa:

  • interrogazione e ricerca sulla vasta emeroteca del Centro composta da oltre 10.000 articoli di giornale della seconda metà dell'Ottocento
  • collegamento ai CD-Rom che vari Centri specializzati hanno realizzato sul poeta accesso ai risultati delle ricerche svolte in merito a particolari settori quali: Leopardi e la musica; Leopardi e l'arte visiva; Leopardi e il teatro, ecc...
  • accesso al dizionario biografico dei personaggi leopardiani (in corso di compilazione)
  • consultazione dei saggi di maggiore rilievo sulla storia della critica leopardiana e ormai esauriti e introvabili nel mercato librario.
Per contattarci scrivete a: <info@leopardi.it>.



2.1.4 Tributo a Pasolini
Numerosi sono i siti web dedicati a Pierpaolo Pasolini, eclettico intellettuale che ha dominato la scena culturale italiana tra gli anni Sessanta e Settanta. Tra i vari progetti il sito web "Pagine Corsare" è particolarmente completo ed interessante. Il sito raccoglie materiale di diverse tipologie: dati biografici, produzione letteraria (poetica, narrativa e saggistica), importanti pagine di critica, la filmografia completa, un repertorio dell'attività giornalistica, gli atti dei processi, i progetti teatrali. Degne di nota anche un'esclusiva galleria fotografica virtuale, una sala d'ascolto online delle musiche dei film del regista e di brani musicali a lui dedicati. Buona parte del materiale raccolto è scaricabile sul proprio Pc. Il sito è costantemente aggiornato con i contributi degli studi più recenti su Pasolini e con un calendario di rassegne cinematografiche, convegni e mostre a lui dedicate e ispirate.
Web: http://www.clarence.com/home/pasolini/
Info: Angela Molteni <a.molt@iol.it>

Dal sito web "Quotidiano.Net" del 11 maggio 2000 <http://quotidiano.monrif.net/chan/links:296598:/2000/05/11:>

PASOLINI E INTERNET

Tra pagine Web e tesi di laurea la Rete celebra lo scrittore morto all'Idroscalo 24 anni fa.
[...] Ventiquattro anni dopo la morte, quando interrogativi e dubbi rimangono ancora aperti, la Rete celebra uno dei maggiori intellettuali italiani contemporanei.
Il sito da cui partire è certamente "Pagine Corsare" <http://www.clarence.com/home/pasolini/>.
Su questo sito (anche in inglese, tedesco, francese) si trovano biografia, filmografia e bibliografia di Pasolini corredati di documenti, immagini e persino suoni. Nella sala d'ascolto virtuale si trovano infatti brani tratti dai suoi film. Ricca e dettagliata anche la sezione dedicata alla morte dello scrittore ed al processo di Pelosi. L'intera documentazione è scaricabile sul Pc. [...]


Dal sito web "Mediamente"

IL RICORDO DI UN POETA

Nel novembre 1975, moriva Pier Paolo Pasolini, sicuramente una delle voci più penetranti, e insieme per tanti versi più scomoda, della cultura italiana del dopoguerra. Internet, lo sapete bene, nonostante l'esplosione di siti commerciali, di pubblicità in rete, di tante pagine sicuramente troppo patinate, resta anche un territorio in cui è relativamente facile inserire informazione "non allineata", fare spazio a figure scomode, in forme magari lontane da quelle dei tanti omaggi "ufficiali".
Siamo andati a cercare le tracce di Pasolini in rete, su un medium che Pasolini - Pasolini grande esploratore delle possibilità espressive di strumenti diversi, dalla letteratura alla poesia, dal cinema alla musica, dal teatro alla pittura - non ha mai conosciuto[...].
Bisogna dire che di queste tracce in rete ne abbiamo trovate parecchie, non solo su siti italiani.
[...] Ma il sito che mi sembra più bello e più completo dedicato a Pasolini, e quello che soprattutto volevo segnalarvi in questa navigazione, è quello realizzato da Angela Molteni e Massimiliano Valente:
"Pagine Corsare" <http://www.clarence.com/home/pasolini/>, si chiama, riprendendo il titolo di uno dei volumi di saggistica di Pasolini, l'ultimo per l'esattezza, che il 2 novembre del '75, alla morte del poeta, era in stampa.
é un sito ricchissimo [...] da questo sito trovate anche i link a moltissimo altro materiale su Pasolini presente in rete: fra l'altro, il testo completo della tesi di laurea di uno studente, Guido Nicolosi, che si è laureato con una tesi dal titolo Pasolini nell'era di Internet, o le Pasolini Permanent Pages.


Dal sito web "Pagine Corsare" <http://www.clarence.com/home/pasolini/>

PAGINE CORSARE NEL WEB

Il progetto, l'idea
Queste pagine non sono limitate a una raccolta, più o meno ordinata e coerente, dell'opera di Pier Paolo Pasolini, né tantomeno vanno intese come un monolitico e immutabile archivio. Lo scopo di questo lavoro, oltre a fornire agli utenti della rete gli strumenti di conoscenza di una grandissima personalità del nostro secolo, è quello di creare le basi per un dibattito costruttivo sull'opera di Pasolini.
Il pensiero pasoliniano è di assoluta attualità, conoscerlo e interpretarlo è un dovere per tutti coloro che non vivono nella indifferenza riguardo ai problemi e alle tematiche del nostro tempo per meglio affrontarli, chiarirli e comprenderli.
"La morte non è nel non poter comunicare ma nel non poter più essere compresi" recita il frammento di poesia di Pasolini che ti accompagna nella visita di queste pagine; crediamo che per tenere in vita il bene più prezioso di un poeta, la sua poesia e il suo pensiero, sia necessario adoperarsi attivamente e in prima persona. Ti invitiamo, dunque, a collaborare a questa iniziativa per fornire altri tasselli a un mosaico la cui costruzione è soltanto iniziata. E' sufficiente un tuo pensiero su Pasolini, o le tue impressioni su un suo libro, su un suo film, su una sua poesia

Struttura del sito
Nel "sommario" di ciascuna sezione sono indicate le novità inserite nella presente nuova edizione di "Pagine corsare": dai commenti alla raccolta di poesie "Bestemmia" al resoconto sulle recenti polemiche "Pasolini-Calvino", dalle note sul Canzoniere italiano all'analisi puntigliosa di Lucio Ros su Ragazzi di vita. Numeroso il nuovo materiale iconografico, riorganizzato nella sua totalità per temi e inserito anche a corredo di ciascuno dei film di Pier Paolo Pasolini; i film sono inoltre forniti di sinossi precise e particolareggiate. Alcuni altri brani, musicali o recitati, sono stati aggiunti nella virtuale "sala d'ascolto".

La vita
Gli anni della prima giovinezza e della guerra a Casarsa, il primo processo e il trasferimento a Roma, le opere letterarie e cinematografiche, la morte. Documenti e testimonianze su vita e morte di un poeta del nostro tempo.

La narrativa
L'opera letteraria di Pasolini, dalle prime esperienze giovanili a "Ragazzi di vita" e "Una vita violenta". Passando da "Il sogno di una cosa", "Amado mio", "Alì dagli occhi azzurri", "Teorema", fino a "Petrolio", romanzo pubblicato postumo e incompiuto, testimonianza di un nuovo stile.

La poesia
Le esperienze dialettali friulane, espresse soprattutto ne "La meglio gioventù". E ancora: "Le ceneri di Gramsci", "L'usignolo della chiesa cattolica", "La religione del mio tempo", "Poesia in forma di rosa", "Trasumanar e organizzar".
Il ritorno al friulano in "La nuova gioventù". Le esperienze di "Officina".

La saggistica
Dai manifesti murali fino agli interventi corsari sulle colonne del "Corriere della Sera". "Passione e ideologia", "Lettere luterane", "Descrizioni di descrizioni", "Empirismo eretico", "Scritti corsari" e altri interventi di Pier Paolo Pasolini fino a poco prima della morte.

Il cinema
Una completa filmografia, oltre a una rassegna dei soggetti, delle sceneggiature, delle collaborazioni di Pier Paolo Pasolini. Da "Accattone" a "Salò", tutti i film sono corredati da uno o più commenti. La sezione contiene immagini, musica, attori, riferimenti pittorici riguardanti tutte le opere cinematografiche.

Il teatro
Il manifesto per un nuovo teatro, il "Teatro di Parola". I commenti sulle opere teatrali più note: "Calderón", "Affabulazione", "Pilade", "Porcile", "Orgia", "Bestia da stile".
Nella sezione "Contributi" l'interessante lavoro di ricerca e di commento sul teatro pasoliniano di Stefano Casi.

L'ideologia
Il marxismo "eretico", i rapporti con il Pci, le prospettive di una società antropologicamente sfigurata. La "nuova preistoria". Il processo alla Dc e la polemica politica di un poeta che ha vissuto il suo tempo con passione e coinvolgimento personale.

I processi
La documentazione di una persecuzione infinita: l'esposizione e la cronologia di tutti processi a cui fu sottoposto Pasolini; le informazioni sul processo per l'episodio cinematografico "La ricotta"; i documenti più significativi - tra cui la bellissima e toccante arringa dell'avvocato Guido Calvi - sul processo a Pino Pelosi per l'assassinio di Pier Paolo Pasolini.

Gli approfondimenti
Dalle musiche di Johann Sebastian Bach che accompagnano le scene di alcuni film di Pier Paolo Pasolini a una nota su Giovanni Boccaccio alle cui novelle Pasolini si ispirò per il suo "Decameron"; dai fatti di Porzus dove Guido Pasolini perse la vita ai rapporti con il poeta Franco Fortini: alcuni approfondimenti e una nota bio-bibliografica riguardante Antonio Gramsci.

Dino Pedriali
Dino Pedriali ha inviato a "Pagine corsare" un saggio inedito <http://www.clarence.com/home/pasolini/dp_pasolini_inedito.htm>,"Warhol", di stupefacente attualità,
scritto da Pier Paolo Pasolini nell'ottobre 1975: contiene le riflessioni pasoliniane sulla Pop Art americana e più in particolare su Andy Warhol, uno dei massimi esponenti di tale movimento artistico.
Inoltre una straordinaria e prestigiosa documentazione fotografica del grande Maestro della fotografia, Dino Pedriali, già fotografo personale di Pier Paolo Pasolini, che ha scelto di diffondere su Internet queste sue opere tramite "Pagine corsare".
La Mostra, intitolata "Pier Paolo Pasolini: Testamento del Corpo" è ora qui presentata dopo essere stata allestita nelle seguenti sedi: Schauspielhaus, Düsseldorf, Berlino, 1988; Museo di Arnhem (Olanda), 1989; Ernst Barlach Museum, Wedel, Amburgo, 1995; Museo di Roma, Roma, 1995; Schauspielhaus, Amburgo, 1996; Volksbuhne, Berlino, 1997.
Dopo "Testamento del corpo" <http://www.clarence.com/home/pasolini/dp_testamento.htm>, questo sito ospita un ulteriore contributo del Maestro Dino Pedriali costituito da una serie di splendide immagini.
"Visione corsara" <http://www.clarence.com/home/pasolini/dp_visionecorsara.htm> è il titolo del lavoro artistico,
accompagnato da un testo scritto dallo stesso Pedriali.

Sala d'ascolto
Una "sala" virtuale nella quale è possibile ascoltare midifiles che riproducono alcuni celebri brani musicali presenti nei film pasoliniani (Bach, Mozart, Chopin, Albinoni...). Inoltre, in formato RealAudio, sono inclusi altri brani musicali ("Lamento per la morte di Pasolini" di Giovanna Marini, "Cosa sono le nuvole" nell'interpretazione degli Avion Travel...) e documenti particolarmente interessanti, tra cui alcune letture di proprie opere effettuate dallo stesso Pasolini ("La Guinea", "Poesia in forma di rosa", "Meditazione orale") nonché Marylin, recitato da Laura Betti; il brano che accompagna i titoli di testa di "Uccellacci e uccellini".
Il materiale sonoro presente in "Pagine corsare" è suddiviso in file Midi e file RealAudio.

I contributi
I significativi contributi inviati a "Pagine corsare" da alcuni visitatori del sito pasoliniano. Dall'impegno di Massimo Consoli alla testimonianza di Giuseppe Espa, dall'intervento sul teatro di Stefano Casi alla poesia dedicata a Pasolini da Claudio Tulli.

Per informazioni: Angela Molteni <a.molt@iol.it>




2.2.1 Federico II di Svevia in Rete
Lo "Stupor Mundi" raccontato su Internet. Questo l'obiettivo, ben centrato, di Alberto Gentile, autore del bellissimo sito web dedicato a Federico II di Svevia. Il sito non si limita a narrare la storia di questo leggendario personaggio medioevale, ma propone una trattazione ricca e ben organizzata della vita dell'imperatore, dei personaggi importanti che lo hanno affiancato, degli usi e costumi di un popolo. Dei vari documenti si trova una versione abstract in inglese e in tedesco. E se siete amanti della musica medioevale, potrete ascoltare i midi (Musical Instrument Digital Interface) che accompagnano la visita del sito. Il progetto è aperto alla collaborazione di tutti.
Web: http://www.federicoII.isnet.it/
Info: Alberto Gentile <algent@isnet.it>

Dal sito web di "Informatica Italiana" http://www.in-it.com/surfing/99-04.htm

FEDERICO II DI SVEVIA

Il sito Internet dedicato allo Stupor Mundi <http://www.federicoII.isnet.it/>: in questo spazio vi viene proposto un appassionante viaggio nella Puglia medioevale da compiere attraverso la storia della vita di Federico II, storico imperatore Svevo del quale finora nessuno è riuscito a fornire una rappresentazione storica ed umana del tutto convincente. Oltre alle notizie sulla sua vita, troviamo estratti della storia di quel periodo, una parte dedicata ai più importanti monumenti medievali e molte altre cose utili per gli studiosi di questo periodo storico.


Dal sito web di Federico II di Svevia <http://www.federicoII.isnet.it/>

BENVENUTI NEL SITO INTERNET DEDICATO ALLO STUPOR MUNDI

Farete un viaggio nel medioevo, esplorando la storia dall'imperatore Svevo

[...] Su Federico II sono stati versati fiumi di inchiostro; ma io intendo parlare dello "Stupor Mundi" - come venne chiamato dal cronista contemporaneo Matteo di Parigi - usando Internet: lo strumento divulgativo più moderno, che consente di lanciare messaggi culturali e di sensibilizzare un pubblico vastissimo, finora irraggiungibile con i tradizionali mezzi di comunicazione.
Nelle ore in cui potremo stare assieme, è mia intenzione parlare di Federico II intrattenendo su vari temi riguardanti la sua personalità, i luoghi dove ha vissuto, la sua storia minore spesso sconosciuta ma non meno interessante di quella cosiddetta maggiore; ed in più appagare i palati più raffinati aggiornando la pagine web con le novità scientifiche, gli eventi, le celebrazioni che hanno relazioni con il personaggio. [...]
Il sito è aperto a tutti quanti vorranno collaborare e che ringrazio anticipatamente anche a nome di Federico II.
I midi (Musical Instrument Digital Interface) che ascoltate in questo sito sono proprietà di C.Clark <http://www.csupomona.edu/~jcclark/emusic/medieval.html> e J.Feliz <http://midiworld.com/c/feliz.htm>.

Personaggi
In questa sezione del sito approfondiremo la conoscenza di alcuni personaggi legati alla figura dell'Imperatore svevo.
Conoscere meglio questi uomini ci aiuterà a capire la storia dello "Stupor Mundi".
Sezioni:
Innocenzo III, Costanza d'Altavilla, Pier delle Vigne, Taddeo da Suessa, Hermann von Salsa e i Cavalieri Teutonici, Gregorio IX,
Innocenzo IV, Malik Al-Kamil sultano d'Egitto, Ezzelino III da Romano, Enrico VII, Corrado IV, Manfredi, Corradino di Svevia

Approfondimenti
In questa sezione del sito saranno trattati alcuni argomenti che pur non avendo nesso logico tra loro, ci consentiranno di approfondire ulteriormente il personaggio e l'epoca in cui visse.
Sezioni:
La Fanciullezza di Federico II, L'Università di Napoli, Stemmi svevi, I sigilli di Federico II, Le monete, La scuola poetica siciliana, La musica medievale, Federico II e la Falconeria

Monumenti e Siti Archeologici Federiciani
I monumenti in Puglia e Basilicata: Itinerario nei luoghi dell'Imperatore
Immergiamoci nello spirito di Federico II, rivisitiamo i monumenti che ha fatto erigere in Puglia e in Basilicata: un itinerario che la moderna archeologia sta scoprendo, portando alla luce scenari finora inimmaginabili.
Itinerari:
Foggia, Lucera, Il Castello di Monte Sant'Angelo, Il sito archeologico di Fiorentino, Castel del Monte, Approfondimento su Caste del Monte, Provincia di Bari e Brindisi, La Cattedrale di Altamura, Il Vulture

Attualità: recensioni, convegni e iniziative su Federico II
- Palermo: nuova riapertura del Sarcofago di Federico II
- I primi risultati delle indagini eseguite all'interno del sarcofago di Federico II
- Una donna con Federico II
- Cosenza: apertura del sarcofago di Enrico VII di Hohenstaufen, figlio di Federico II
- Risultati dell'esame paleopatologico dei resti mortali di Enrico VII di Hohenstaufen
- Intrigo a corte:anzi, nel sarcofago! (con Jolanda ed Isabella chi giace?)
- La Regione Puglia conferisce il "Cavalierato di Federico II" al maestro Riccardo Muti
- A Lucera (FG) un forum dal titolo: "La concezione dello Stato unitario e laico dall'epoca federiciana ad oggi in Capitanata"
- Sondaggio sui personaggi medievali (proposto dall'associazione siti Internet medievali "Medioevo Italiano" <http://www.freeweb.org/arte/medioevo/>, a questa associazione aderisce questo sito).
- Mostre: "Fiorentino. Il recupero di una città medievale" Torremaggiore (FG)
- Recensioni: I libri che parlano di Federico II, della sua epopea e del periodo normanno-svevo.

Chi fosse a conoscenza di eventi ed iniziative che celebrano Federico II può contattarmi tramite posta elettronica <algent@isnet.it>, se la notizia sarà interessante la inserirò in questa rubrica.

Altre risorse su Federico II
Altri siti che parlano di Federico II e di storia medievale:
- Scultura Federiciana <http://www.ba.dada.it/federico/federico.html>
- Altri itinerari federiciani <http://www.idria.com/itinerari_federiciani.html>
- Fondazione Federico II Honstaufen Jesi <http://www.comune.jesi.ancona.it/~fondfed/>
- Visita a Castel del Monte <http://www.iqsnet.it/castmont/html/home.html>
- I Normanni del Sud <http://www.geocities.com/SoHo/Workshop/4034/>

I pensieri degli ospiti di Federico II
Ogni ospite ha la possibilità di esprimere un proprio pensiero sullo Stupor Mundi, comunicare notizie che riguardano l'Imperatore e suggerire iniziative ed argomenti. Digitate il vostro pensiero nel modulo online all'indirizzo http://www.federicoii.isnet.it/commenti.html dedicato ai commenti dopo aver inserito i vostri dati. Il sito non ha scopi commerciali e politici, gli autori non sono responsabili dei commenti scritti dagli ospiti.




2.2.2 Archivio di risorse online per la storia russa
Studiando la storia spesso non è facile distinguere tra una fonte neutrale ed una tendenziosa. Per questo motivo Marshall Poe, un insegnante di storia, ha realizzato "Russian History on the Web". Questo sito cataloga moltissime risorse utili per studiare la storia della Russia, ma non si limita ad una mero elenco di pagine web; ogni risorsa, infatti, viene inserita nel sito soltanto se risponde ai canoni di accuratezza, obiettività, utilità e viene commentata. L'autore ha inserito anche una sezione di "pagine tendenziose" al fine di mettere in guardia il visitatore dai siti che propongono una lettura distorta della storia della Russia.
Web: http://www.russianhistory.org/
Info: Marshall Poe <mpoe@ias.edu>

Dalla newsletter "Librarians' Index to the Internet" del 28 febbraio 2000 (Traduzione Sophia)

LA STORIA RUSSA SUL WEB

<http://www.russianhistory.org/>

Una guida critica e commentata alle risorse Internet riguardanti la storia russa e gli argomenti ad essa correlati.
Ricercatori universitari, insegnanti, studenti ed appassionati di storia sicuramente troveranno questo sito utile.
L'autore, un professore di storia, ha scelto di includere nel sito soltanto le risorse realizzate in maniera accurata, neutrali ed utili per la ricerca. Come avvertimento l'autore propone anche una lista di "siti tendenziosi", che spesso distorcono volontariamente gli eventi storici al fine di dare maggiore credito ad uno schieramento politico.
Nel sito si trovano risorse catalogate in ordine alfabetico, bibliografie, cataloghi di libri, archivi e risorse suddivise tra quelle di primaria e di secondaria importanza.
Tra le pagine catalogate ce ne sono alcune che contengono dei video (che richiedono alcuni plug-in per la visualizzazione) di Lenin e della metropolitana di Mosca.


Dal sito web "Russian History on the Web" <http://www.russianhistory.org/> (Traduzione Sophia)

UN CATALOGO ONLINE SULLE RISORSE PER STUDIARE LA STORIA DELLA RUSSIA

Obiettivi del sito
Al giorno d'oggi ci sono centinaia (forse migliaia) di siti Internet che trattano la storia della Russia. Potenzialmente questi siti sono importanti i ricercatori e gli studenti di storia. Tuttavia occorre ricordare che i siti dedicati alla storia russa non sono tutti di buona qualità: pochi riportano informazioni utili e accurate. [...] Il risultato è che i ricercatori, che riescono a distinguere tra le risorse buone e quelle meno attendibili, devono impiegare ore nella ricerca di materiale valido; gli studenti, che spesso non riescono a discernere tra siti più o meno accurati, spesso sono tratti in inganno da pagine con contenuti forvianti.
L'obiettivo di "Russian History on the Web" è offrire una guida critica alle risorse web riguardanti la storia della Russia, tanto da costituire un mezzo utile sia per i ricercatori che per i loro studenti.

Trattazione degli argomenti
Il sito non offre una panoramica assoluta sul materiale riguardante la storia della Russia presente in Rete. Nel sito si trovano le risorse che possiedono i seguenti requisiti:
- accuratezza
- neutralità ed obiettività
- utilità per studenti e ricercatori

[...] L'unica parte del sito che costituisce un'eccezione rispetto a questi criteri è la sezione che cataloga le "pagine tendenziose".

Tipi di siti catalogati

  1. Indici di risorse sulla storia russa: qui si trovano siti che, come questo, rappresentano una guida alle risorse Internet riguardanti gli studi effettuati sulla storia della Russia. [...]
  2. Bibliografie e riferimenti: in quest'area si trovano siti che aiutano ricercatori e studenti a trovare materiale riguardante la storia della Russia che si trova nei libri rintracciabili in librerie, archivi e negozi di tutto il mondo.
  3. Collaborazione: qui ci sono siti attraverso i quali si può lavorare in collaborazione con altre persone condividendo i risultati.
  4. Risorse "primarie": database, immagini, testi, registrazioni audio, video.
  5. Risorse "secondarie": studi, cartine, monografie, articoli, dissertazioni.
  6. Pagine "tendenziose": qui si trovano siti che distorcono volontariamente la storia al fine di dare supporto ad un certo partito o per fomentare dei pregiudizi. Sono citate solo per mettere in guardia il lettore.
Per informazioni: Marshall Poe <mpoe@ias.edu>



2.2.3 Un sito per la storia del XIX secolo
Un editore britannico in collaborazione con la British Library, ha attivato un sito web, tenuto in costante aggiornamento da oltre 10 anni, sulla vita degli inglesi del XIX secolo. Attraverso questo sito si può avere accesso gratuito ad una raccolta di oltre 20.000 articoli giornalistici sul XIX secolo, la maggior parte dei quali tratti dal Times londinese. E' un'opera unica nel suo genere per la quantità e la qualità delle opere selezionate, messe a disposizione di studenti, ricercatori e cultori di un'epoca ricca di avvenimenti storici e letterari.
Web: http://c19.chadwyck.co.uk/
Info: c19@chadwyck.co.uk

Dal sito web di "Punto Informatico" del 18 Maggio 1999 <http://www.deandreis.it/pin/news/861/pinews5098.html>

UNA RACCOLTA SENZA PRECEDENTI DI MATERIALI GIORNALISTICI SULLA VITA DI OGNI GIORNO DEL SECOLO SCORSO IN INGHILTERRA

Londra - Non manca alcunché nella megaraccolta online messa a punto da un editore britannico per ricordare come si viveva nel secolo scorso in Inghilterra. Accanto alle note sui costumi degli aristocratici e sui loro "parties" ci sono tutte le notizie "senza censure", sulla fame, sull'omosessualità, sulla bigamia e sull'insolita frequenza dei suicidi.
Una cronaca completa, dunque, messa a punto da Chadwyck-Healey con una messe di materiali raccolti sul periodo 1785-1870, principalmente articoli del "Times" londinese. Si tratta di un archivio ordinato per consentire agli utenti della rete attraverso le biblioteche convenzionate di accedere facilmente alla storia di quegli anni. [...]
L'editore ritiene che il sito sia unico nel suo genere anche se la pubblicazione dei materiali sarà completata non prima di settembre. Peccato che l'utente privato, per consultare l'archivio, potrà rivolgersi soltanto a strutture di "mediazione", come scuole, università o biblioteche che avranno interesse alla convenzione con l'editore inglese...


Dal sito web "The Nineteenth Century" <http://c19.chadwyck.co.uk/> (Traduzione Sophia)

IL PROGETTO "THE NINETEENTH CENTURY"

The Nineteenth Century è un progetto di messa online di opere in lingua inglese pubblicate tra il 1801 e il 1900. Il sito nasce da una collaborazione con la British Library. La biblioteca mette a disposizione una vasta gamma di materiale a cui studenti e ricercatori possono avere facile accesso.
The Nineteenth Century è la prima grande raccolta a riprodurre lavori che in altro modo non sarebbero potuti essere conservati, causa il progressivo deterioramento dei libri cartacei negli scaffali delle biblioteche. Tale progetto è stato lanciato nel 1996.
Ora conta oltre 22.000 testi accessibili attraverso dettagliati cataloghi. E' la più grande risorsa sul 19esimo secolo per la ricerca e per l'insegnamento su tutti gli aspetti di vita relativi a quel secolo. [...]

La ricerca entro il sito può essere effettuata come combinazione dei seguenti campi:
- parole chiave
- titolo
- autore
- collezione
- nome e soggetto
- luogo di pubblicazione
- editore
- anno di pubblicazione

Le collezioni
- La collezione generale
Oltre 10.000 testi per cercare in tutti i settori della vita quotidiana
- Scrittrici donne
La collezione di opere di letteratura che includono 4.600 autori mai studiati prima
- Arte e Architettura
2.445 libri provenienti dalla National Art Library, dal Victoria and Albert Museum, dalla British Library e dalla Bodleian Library
- Libri di Economia
Circa 1000 testi sulla storia dell'economia della seconda metà del secolo
- La letteratura per bambini
Una collezione di libri per bambini del XIX secolo
- Libri sulla colonizzazione inglese
Oltre 600 testi che documentano l'impatto della colonizzazione inglese nel mondo.
- Libri sull'Irlanda
327 testi sulla vita sociale politica dell'Irlanda
- Libri sulla Cina
Circa 900 lavori sulla storia e la cultura della Cina scelti dalla Biblioteca Sinica di Henri Cordier
- Libri di linguistica
Oltre 1.200 testi sulla storia della lingua inglese
- Libri sull'editoria
Una ricca collezione sullo studio delle pubblicazioni e l'editoria




2.2.4 "Archivi del '900", un secolo online
"Archivi del '900" è il nome di un centro di servizi culturali con sede a Milano. Dall'attivazione del sito web, "Archivi del '900" sta divenendo un vivo centro culturale virtuale, dove poter leggere libri, manoscritti, manifesti e riviste. Ma non solo. "Archivi del '900" è anche un punto di incontro online per scrittori e artisti, studenti e intellettuali. Nato con lo scopo di promuovere l'arte e la cultura di questo secolo, si propone di raccogliere e diffondere via Internet nuovo materiale culturale ed eventi in qualche modo legati al Novecento.
Web: http://www.archivi900.com
Info: customerservice@archivi900.com

Dal sito web della rubrica "NetCafe" <http://inews.tecnet.it/netcafe/Cafe9806.html >

ARCHIVI DEL '900, BILANCI LETTERARI

Quali sono le piu importanti opere letterarie e artistiche prodotte in questo secolo, soprattutto in Italia? La riposta metterebbe in difficoltà anche per il piu ferrato tra gli addetti ai lavori. Un concreto aiuto lo offre Archivi del '900 sito di un centro di servizi culturali nato per promuovere l'arte e la letteratura del Novecento; che archivia, conserva e presenta al pubblico di Internet uno spazio virtuale dove consultare e studiare opere rare, spesso introvabili o irraggiungibili; che organizza dibattiti e presenta inediti o interventi di scrittori, saggisti e artisti contemporanei. Si rivolge ad artisti, scrittori, poeti, studiosi, studenti, intellettuali e a tutti coloro che vogliono informarsi o coinvolgersi in un'appassionante esplorazione culturale, offrendo fondi di materiale letterario originale (libri, manifesti, riviste, manoscritti). E in fase di definizione un archivio fotografico di notevole interesse. Al progetto sta lavorando da oltre due anni Luigi Olivetti, esponente di una famiglia che ha lasciato un segno nella vita culturale, industriale ed economica dell'Italia.


Dal sito web "Archivi del '900" <http://www.archivi900.com>

COS'E' ARCHIVI DEL '900

Archivi del '900 ospita nel suo sito il "Manifesto degli Intellettuali Europei per la Pace", un'iniziativa promossa da Donatella Bisutti (nostra sostenitrice), Sabino Ventura e con la collaborazione di Elio Fiore. Iniziativa appoggiata, fin dal suo esordio, da molti intellettuali italiani e stranieri. A tale proposito potete inviare brevi commenti o testi letterari a questo indirizzo: <customerservice@archivi900.com>, (alcuni vostri interventi potrebbero essere mandati on-line).
Stiamo vivendo la fine di un millennio e il tramonto di un secolo, siamo in un'epoca di bilanci, di verifiche e di riflessioni. Mai come oggi è necessario farsi memoria e dare l'opportunità a tutti di riscoprire le più importanti opere letterarie ed artistiche prodotte in questo secolo, soprattutto in Italia.
Con quest'intento nasce "Archivi del '900", dalla volontà di giovani professionisti che vogliono realizzare il sogno di molti appassionati di poesia, di letteratura, di fotografia, d'arte: un sito altamente specializzato con proposte innovative e servizi di consultazione, al fine di poter scoprire opere novecentesche difficilmente accessibili e sconosciute alla maggior parte di noi.

Un modo semplice e preciso di consultare dei fondi d'opere letterarie ed artistiche, senza tutte quelle difficoltà (lunghi viaggi, lunghe attese, problemi burocratici, assenza di supporti bibliografici, ecc.) che spesso impediscono una rapida ricerca di materiale raro e spesso introvabile.

Il primo sito culturale italiano dove potete guardare e leggere libri, manoscritti, manifesti e riviste... quasi come se li aveste in mano! Un luogo dove potete consultare le schede di un importante fondo letterario novecentesco e guardare le copertine di 3.000 volumi; dove potete leggere un breve estratto dell'opera, consultare la biografia aggiornata dell'autore prescelto e trovare il suo ritratto fotografico. Tutto ciò in modo rapido ed efficace, utilizzando molteplici chiavi di ricerca.

Una delle prime biblioteche telematiche italiane dove potete prenotare gli orari e tempi di consultazione dei libri per poterli sfogliare dal vivo nella nostra sala di lettura.
Dopo esservi registrati di persona presso il nostro ufficio, vi sarà assegnata una password (è previsto un costo prepagato a tempo ed una tassa d'iscrizione annuale).

Un sito che vi propone la consultazione d'un interessante archivio fotografico con una galleria di ritratti dei più famosi scrittori ed artisti contemporanei, italiani e stranieri. Potete prendere contatto con l'autore ed acquistare le immagini scrivendo a: <olivetti@archivi900.com >

Un centro culturale virtuale dove si raccolgono opere di significativo valore letterario (poesie, racconti, brevi saggi, estratti di tesi). Un'occasione in più per molti artisti e scrittori, un'opportunità per il pubblico italiano e straniero, un serio punto di riferimento per stimolare il dibattito culturale. Alcuni testi inediti sono riproposti sulla rivista quadrimestrale "Archivi del '900" che viene inviata gratuitamente a coloro che ne fanno richiesta scrivendo a: <customerservice@archivi900.com>.

Un forum con gli autori contemporanei. Uno spazio dove vengono proposti dalla nostra redazione, tutti quegli interventi significativi (appelli umanitari, manifesti, commenti critici, approfondimenti tematici, ecc.) che possono essere una valida opportunità di confronto. Scriveteci pure i vostri commenti!

Un'agenda sempre aggiornata che vi propone ogni mese alcuni dei migliori eventi italiani sull'arte, la fotografia e la letteratura di questo secolo. Un'agenda che, ovviamente, accoglierà e valuterà anche le vostre proposte e segnalazioni.

Per ulteriori informazioni potete scrivere a: <customerservice@archivi900.com>


Dal "Corriere della Sera" del 25 aprile 1998 <http://www.corriere.it>

CHE BELLA SCOPERTA: IL NOVECENTO

Un corpus completo per la poesia: i maggiori ma anche i minori che hanno avuto un peso, Ungaretti e Edoardo Cacciatore, Marinetti e Calzavara, per fare qualche esempio. La narrativa invece accoglie i testi più importanti degli autori fondamentali. Si parte dal 1880 circa, da Carducci, per arrivare ai primi anni novanta, lungo un percorso articolato in una decina di tematiche artistiche. I testi stranieri sono circa il trenta per cento del fondo: il criterio, in questo caso, è stato, da un lato quello di acquisire i testi che più hanno influenzato la nostra letteratura....le grandi avanguardie: il dadaismo, il futurismo, il surrealismo, con i loro manifesti di fondazione...c'è il materiale estemporaneo che ha reso vivi i movimenti, le locandine che lanciavano nuove teorie....più di cinquecento manifesti originali...le riviste, ma solo le testate di interesse strettamente poetico-letterario...le raccolte di Solaria...e la Riviera ligure che concluse le pubblicazioni prima della grande guerra ma le iniziò a fine Ottocento come omaggio dell'olio Sasso. Tant'è che i primi numeri me li hanno dati i droghieri...qualche decina di manoscritti...[...]
Tanti altri sono i percorsi che archivi del '900 suggerisce. Ai navigatori di Internet è concessa l'avventura...




2.3.1 Un ipertesto sul Decadentismo
L'ipertesto "Il Decadentismo" è un elaborato realizzato, sotto la guida del loro insegnante, da alcuni studenti di letteratura italiana dell'ITC Riccati di Treviso. Obiettivo del lavoro svolto è stata la raccolta e la sistemazione di materiali di studio e di approfondimento sull'argomento. Si presenta, quindi, come una risorsa utile per tutti gli studenti amanti della storia della letteratura e come esempio per affrontare da un punto di vista ipertestuale lo studio di una materia normalmente "lineare" come la storia letteraria di un dato periodo storico. L'autore invita ad una discussione sull'opportunità di realizzare ipertesti di letteratura e su come questi possano essere inseriti nei programmi didattici di italiano.
Web: Mailing list "Didaweb", <http://www.evo.it/riccati/decadent/index.htm>
Info: Giovanni Tozzi <tozzigi@tin.it>

Da un contributo inviato alla mailing list "Didaweb" il 13 Aprile 1999 dal prof. Giovanni Tozzi dell'ITC Riccati di Treviso

IPERTESTO SUL DECADENTISMO

Cari colleghi,
ho letto ultimamente qualche messaggio che invita ad una riflessione sul "fare scuola". Con questo annuncio, spero di contribuire a stimolare l'avvio di una riflessione sulla didattica, in particolare dell'italiano nel triennio delle scuole superiori. Non mi interessa la facile pubblicità ad un lavoro da me curato, piuttosto vorrei che potessimo riprendere il discorso sul fare collaborativo.
Ho messo in rete un ipertesto sul "decadentismo". Mi piacerebbe che gli deste un'occhiata e che potessimo partire da esso per avviare una discussione sulla possibilità e sull'opportunità di realizzare ipertesti di letteratura e su come gli ipertesti di letteratura possano essere inseriti nel lavoro didattico di italiano (nel triennio, ovviamente).
L'ipertesto "Il Decadentismo" si trova alla pagina <http://www.evo.it/riccati/decadent/index.htm>.
All'indirizzo <http://www.evo.it/riccati/jrp10.htm> potete trovate l'elenco degli ipertesti realizzati da me e dagli studenti dell'I.T.C.S. "Jacopo Riccati" di Treviso: di storia (storia d'Italia 1861-1913; le guerre del '900), di italiano (decadentismo e scuola poetica siciliana; presto aggiungero' due antologie di poeti del novecento: il ricordo e gli affetti familiari, in via di completamento), uno sul razzismo a Treviso, un paio di aree di progetto (vi consiglio Scuola verde-Citta' verde, uno studio "ambientale" dell'Istituto e del suo contesto urbano, realizzato nell'ambito di un progetto Socrates-Comenius). Eccetera.
Buona navigazione e aspetto di ricevere commenti, critiche, suggerimenti, insulti (attenzione: date un occhio all'introduzione, vi troverete note mie su come abbiamo lavorato e altro).

A ciascuno il proprio saluto, a tutti la mia cordialita'.
Giovanni Tozzi <tozzigi@tin.it>


Dal sito web dell'ITC Riccati di Treviso <http://www.evo.it/riccati/decadent/index.htm>

IPERTESTI LETTERARI

A costo di annoiare ripeterò qui quanto già scrissi a proposito di altri ipertesti. E cioè: chi si aspetti un contributo autonomo allo studio critico della storia letteraria europea ed italiana dovrà cercare altrove. Questo è un lavoro, onesto e, lo spero, efficace, di alcuni studenti e del loro insegnante di letteratura italiana, finalizzato alla raccolta e alla sistemazione di materiali di studio e di approfondimento. L'abbiamo fatto innanzitutto per noi, se poi dovesse essere utile ad altri studenti e ad altri amanti della storia della letteratura ne saremmo contenti.
Non mancano alcuni spunti autonomi ma la grandissima parte dei materiali è stata raccolta da numerosi saggi e manuali di storia della letteratura, troppi per essere ricordati tutti. Perciò, chiediamo scusa, qui, pubblicamente, a quanti non sono stati citati nell'ipertesto e speriamo non ce ne vogliano per questo.

Questo ipertesto è la sintesi dei lavori svolti da alcuni miei studenti di quinta nello scorso anno scolastico. Purtroppo ho trovato solamente adesso il tempo di sistemare e di riorganizzare i materiali di base ma penso di essere in tempo per aiutare gli studenti che si avviano a sostenere l'esame di stato.
Ringrazio fin d'ora quanti, trovando uno o più di uno dei numerosissimi errori di battitura, abbiano la cortesia di segnalarmeli. Se poi dovesse trattarsi di errori di lettura o di interpretazione (i famosi errori di contenuto) allora scrivetemi lo stesso e provvederò a correggerli.

Prima di chiudere vorrei ricordare gli allievi, oggi tutti ragionieri, i cui lavori di base sono confluiti in questo ipertesto (è ad essi che spetta il merito di avere fatto una prima, accurata, ricerca di materiali informativi di base, che poi selezionammo e approfondimmo assieme in vista dell'esame di maturità del luglio 1998): Nadia Andrighetto, Marco Bordignon, Marika Dametto, Angela Menoncello, Manuela Pasqualin, Daniela Pavan, Luana Visentin, Maria Cristina De Gennaro, Giada Scattolin.

prof. Giovanni Tozzi <tozzigi@tin.it>
insegnante di italiano e di storia nel triennio del corso B sperimentale




2.3.2 Ipertesto sulla guerra civile spagnola
Il progetto "La guerra di Spagna: il prologo della seconda guerra mondiale e la divisione della sinistra" è un ipermedia (ipertesto multimediale) realizzato dagli studenti dell'ITIS di Ferrara durante lo scorso anno scolastico. Il lavoro utilizza diverse fonti: dal cd-rom al film, dal libro al web. Numerose le difficoltà che i ragazzi hanno dovuto superare: dall'integrazione nel web di media così diversi alla verifica dell'attendibilità di tutte le fonti.
Web: <http://www.comune.fe.it/itis/spagna/index.htm>
Info: <itis.biblio@fe.nettuno.it>

<http://www.comune.fe.it/itis/spagna/index.htm>

LA GUERRA DI SPAGNA: IL PROLOGO DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE E LA DIVISIONE DELLA SINISTRA

Caratteristiche e valore didattico
"La guerra di Spagna: il prologo della seconda guerra mondiale e la divisione della sinistra" è sostanzialmente un'esercitazione multimediale. Realizzata dagli studenti del quinto anno del corso Informatica, ha modesto valore come ricerca storica e nessuna originalità di contenuti. Interessante è invece il lavoro di confronto fra fonti diverse e la loro "ricucitura" in un nuovo strumento di comunicazione: l'ipermedia (ipertesto multimediale).

Le fonti utilizzate sono:
- il CD Rom: "La Resistenza, 1943-1945", Laterza Multimedia, 1998
- il libro di testo: R. Finzi, M. Bartolotti, Storia , vol.3, Zanichelli, 1997
- il racconto: Hans Magnus Enzensberger, La breve estate dell'anarchia, Feltrinelli/Onde
- il film: "Terra e libertà" di Ken Loach
- il documentario: memorie private di uno studente
- il WWW di Internet

Il lavoro con diverse fonti ha posto il problema della loro attendibilità e fatto toccare con mano cosa significa "costruire" la storia come narrazione coerente. Ma ognuna di queste fonti è stata scelta anche perché presentava peculiari -e spesso non facili da risolvere- problemi di inserimento in un' opera multimediale in Internet. Filmati analogici, testi su carta, fotografie da digitalizzare, brani da CD Rom e pagine www da collegare.
Dal punto di vista tecnico ha significato imparare ad usare Html ad un buon livello, utilizzare scanner, schede di conversione e acquisizione, ecc.
Dal "punto di vista del testo" ha significato passare dall'opera monomediale sequenziale ad un "rete ipermediale" potenzialmente infinita per le "espansioni" che ha nel www di Internet.

Un po' di Storia
L'idea nasce quasi per caso. Nella primavera del 1998, durante la sospensione delle attività curriculare e in sede di "ampliamento dell'offerta formativa" si decide di presentare nella Multimediateca dell'Istituto il CD Rom "La Resistenza, 1943-1945".
L'iniziativa è resa possibile dal progetto "Anziani/100 scuole" con cui la SPI-CGIL dell'Emilia Romagna dona 100 copie dell'opera alle scuole della regione.
L'incontro fra gli studenti della VI del corso informatica e la Sig. Valentina Vecchiatini del SPI-CGIL è particolarmente felice e carico di interesse. Negli stessi giorni è in corso un lavoro di storia e letteratura sulla guerra di Spagna, come approfondimento del programma sul Novecento. Autonomamente, procedeva inoltre lo studio degli strumenti multimediali e dell'Html.
Dalla congiunzione di questi elementi è nato il progetto. Una prima realizzazione è stata presentata il 24 marzo 1998 nella sede della Regione Emilia Romagna di Bologna al convegno "Memoria&Futuro". L'apprezzamento ricevuto ci ha spinto a realizzarne la versione definitiva inserita nelle pagine www dell'Istituto e distribuita anche -a richiesta- su Cd Rom.



REDAZIONE
Sophia
a cura di Internet Business News 
In redazione: Barbara BalziCristiana Balducci, Gabriele Nastro
Con la collaborazione di: Simone Prioli, Maddalena Galli, Stefano Marioni
Direttore Vendite: Marco Mazza

Internet Business News
Via Prampolini 16
47841 Cattolica (Rimini) - ITALY
Tel. +39 0541 831143
Fax  +39 0541 838021
E-mail: info@sophia.it
Web: http://sophia.it 

 


© COPYRIGHT, DISCLAIMER, TRADEMARKS

Alla prima pagina

Sophia è una collezione ragionata ed elaborata di fonti e contenuti altrui ed originali e come tale è tutelata dalle leggi sul diritto d'autore e copyright e quindi può esserne fatto solo un uso personale e non commerciale, nulla, neppure in parte, potrà essere copiato, modificato o rivenduto.
Dei singoli blocchi di informazione non appartenenti ad IBN e contenuti all'interno di Sophia
è sempre citata la fonte e su di essi la IBN non vanta e non può vantare alcun diritto; ai legittimi proprietari è stato, quando possibile, richiesta l'autorizzazione alla riproduzione.
Sophia è paragonabile, come tipologia di servizio e relative problematiche di diritti d'autore, ad un tradizionale servizio di "rassegna stampa".
IBN si impegna sempre e comunque ad attenersi alle regole di "fairuse" delle fonti altrui, ossia un uso che non sia causa di mancati guadagni o di danni di qualunque tipo per l'autore (e non per chi propaga il materiale soggetto a tutela).
Sophia Compact, versione ridotta e gratuita di Sophia, contiene solo materiali originali, ossia prodotti dalla redazione IBN, ma per nostra scelta ed al fine di consentire la più larga distribuzione possibile, IBN rinuncia a qualunque diritto su tale pubblicazione gratuita.
IBN non garantisce circa la completezza o accuratezza delle informazioni riportate. In nessun caso la società potrà essere ritenuta responsabile dei danni causati dal Vostro affidamento alla veridicità di tali informazioni. I documenti presenti in questo documento possono contenere non accurati dettagli tecnici ed errori tipografici.
IBN non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti presenti all'interno di questo documento. IBN si riserva il diritto di modificare i contenuti del presente disclaimer in qualsiasi momento e senza alcun preavviso.
Il contenuto di queste pagine non vuole essere offensivo in alcun modo nei confronti di cose o persone. Se fosse così vi preghiamo di avvertirci, e provvederemo il prima possibile.
Nomi di prodotti, nomi corporativi e società citati possono essere marchidi proprietà dei rispettivi titolari o marchi registrati di altre società e sono stati utilizzati a puro scopo esplicativo e a beneficio del possessore, senza alcun fine di violazione dei diritti di Copyright vigenti.
IBN, Internet Business News, Sophia, EduManagers e/o altri prodotti IBN qui citati sono marchi registrati ¨ o in via di registrazione ™.
Tutto quanto dovesse pervenire ai nostri indirizzi di posta elettronica(suggerimenti, idee, informazioni, materiali) non sarà considerato confidenziale e potrà essere da noi usato per lo sviluppo di prodotti-servizi commerciali o di marketing.
IBN si riserva il diritto di modificare i contenuti del presente disclaimer in qualsiasi momento e senza alcun preavviso.

COPYRIGHT NOTICE.   Copyright © 1998 IBN, Via Prampolini 16, 47841 Cattolica (Italy). All rights reserved.